Mercoledì 19 febbraio, 50° giorno dell’anno, 8^ settimana. Alla fine del 2020 mancano 316 giorni (bisestile)

0
1143
L'attore e regista Massimo Troisi, nato 67 anni fa, in una sequenza del film "Il postino" ('94)

FRASE DEL GIORNODa ragazzo i miei continui e disinteressati slanci di altruismo mi diedero la fama di buono. Da grande quella di fesso. (Massimo Troisi)

SANTI DEL GIORNO – Beato Corrado Confalonieri da Piacenza (Eremita, Terziario francescano), San Mansueto di Milano (Vescovo), San Barbato di Benevento (Vescovo),  San Conone di Alessandria d’Egitto (Monaco in Palestina), San Dositeo (Monaco), San Proclo (Prodo) di Bisignano, San Quodvultdeus (Vescovo di Cartagine), Sant’Asia (Medico, Martire ad Antiochia).

EVENTI DEL GIORNO – Nel 1674 Inghilterra e Olanda firmarono il Trattato di Westminster, che trasferì  agli inglesi la colonia Nuova Amsterdam, chiamata New York.
Nel 1861 in Russia venne abolita la servitù della gleba.
Nel 1878 Thomas Alva Edison brevettò il fonografo.
Nel 1881 il Kansas diventò il primo stato degli Usa a vietare tutte le bevande alcoliche.
Nel 1959 il Regno Unito concesse a Cipro l’indipendenza. 
Nel 2002 la sonda Mars Odissey della Nasa iniziò a tracciare una mappa di Marte

NATI FAMOSINiccolò Copernico (1473-1543), Polonia, scienziato. Nato a Torùn col nome di Mikołaj Kopernik, dopo i primi studi a Cracovia venne in Italia per approfondire il diritto civile e canonico alle Università di Bologna, Padova e Ferrara, e il suo nome fu ‘italianizzato’ in Niccolò Copernico. Appassionato di astronomia, nella città emiliana si dedicò alla lettura dei testi classici (Platone e Cicerone).  Fu l’artefice della rivoluzione astronomica che, mettendo in discussione il sapere scientifico di un millennio e mezzo, indicò la giusta via per svelare i meccanismi dell’Universo,  riscoprendo il ‘modello eliocentrico’ di Aristarco di Samo, che poneva al centro del sistema il Sole, immobile, intorno al quale si muovono i pianeti lungo orbite circolari. La sua opera ebbe un impatto destabilizzante nel mondo scientifico e teologico, ispirando le successive scoperte di Galileo e Keplero. Morto a maggio 1543, il corpo di Copernico fu identificato nel 2005 in una sepoltura sotto il pavimento della cattedrale di Frombork, grazie alla prova del DNA.

Constantin Brâncuși (1876-1957), Romania, scultore. Dopo gli studi a Craiova e a Bucarest, cercò di raggiungere la ‘forma-tipo’ entrando in contatto con le culture e gli artisti di altre realtà. Lavorò a Vienna e Monaco, poi a 28 anni partì a piedi per Parigi, dove trascorse gran parte della vita e divenne amico di Modigliani, Satie e Duchamp, maturando il tratto distintivo della sua arte: la semplificazione dei soggetti rappresentati nelle loro forme geometriche più essenziali.

Massimo Troisi (1953-1994), Italia, attore e regista. Capostipite di una nuova generazione di registi-attori, con il suo linguaggio innovativo diede un nuovo corso alla commedia italiana, portando la comicità partenopea ai fasti del passato. Nato a San Giorgio a Cremano, con in tasca il diploma di geometra si tuffò nel teatro con due compagni di viaggio, Lello Arena ed Enzo De Caro, fondando nel ’76 il gruppo “La smorfia”. Il successo immediato proiettò i tre nella TV pubblica, con programmi come “Non stop” (’77), “La sberla” (’78) e “Luna Park” (’79). Il suo prendersi gioco degli stereotipi sulla ‘napoletanità’ ebbe successo sul grande schermo, a partire dal film d’esordio “Ricomincio da tre” (’81), premiato con 3 Nastri d’argento e 2 David di Donatello. La sua parabola ascendente proseguì con “Scusate il ritardo” (’83) e “Non ci resta che piangere” (’84), in coppia con Roberto Benigni, fino alla svolta drammatica anticipata da “Che ora è?” (’89, con Marcello Mastroianni) ed elevata alla massima espressione poetica con “Il postino” (’94). Di quest’ultimo film riuscì a terminare le riprese poche settimane prima dell’improvvisa morte, che lo colse a Roma nel giugno ’94, sottraendogli la soddisfazione di ricevere l’Oscar per la “miglior colonna sonora”. 

Print Friendly, PDF & Email