Venerdì 3 gennaio, 3° giorno dell’anno. Prima settimana. Alla fine del 2020 mancano 363 giorni (bisestile)

0
1920
La locandina del fim "C'era una volta in America" ('84), capolavoro assoluto di Sergio Leone

FRASE DEL GIORNONon sei un vero campione del mondo finché non vinci con la Ferrari. (Michael Schumacher)

SANTI DEL GIORNO – Santissimo Nome di Gesù, Santa Genoveffa (Genevieve, Vergine), San Daniele da Padova (Martire), San Gordio di Cesarea di Cappadocia (Martire), San Teogene (Martire), Sant’Antero (Papa), Santa Imbenia (Martire),
Santi Teopempto e Teonas (Teopompo e Sinesio, Martiri a Nicomedia).

EVENTO DEL GIORNO – Nel 1954 nacque la TV italiana«La RAI Radiotelevisione Italiana inizia oggi il suo regolare servizio di trasmissioni televisive» furono le prime parole pronunciate da Fulvia Colombo, la prima “signorina buonasera”, che da Milano annunciò l’inizio ufficiale del regolare servizio di trasmissioni televisive in Italia. L’evento fu seguito da 15.000 apparecchi in tutto il territorio nazionale, fra abitazioni e bar: erano pochissimi perché il nuovo elettrodomestico costava 5 volte il salario medio di un operaio. Tre mesi dopo la vecchia denominazione ‘Radio Audizioni Italiane S.p.A.’ (subentrata nel ’44 all’EIAR di derivazione fascista) lasciò il posto alla nuova ‘Radio Televisione Italiana’. Sempre RAI. Nel dicembre ’58 venne raggiunta la cifra di 1.000.000 di abbonati.

NATI FAMOSISergio Leone (1929-1989), Italia, regista. Padre del genere “spaghetti-western”, riconosciuto universalmente come uno dei più importanti registi della storia del cinema, ammirato dai migliori colleghi di Hollywood, paradossalmente in tutta la carriera non ricevette una sola nomination agli Oscar. Nato a Roma, figlio d’arte (padre regista e madre attrice), masticò cinema fin da piccolo, iniziando come comparsa nel capolavoro neorealista ‘Ladri di biciclette’. Studiando da vicino Vittorio de Sica si appassionò alla regia, proponendosi come assistente e sceneggiatore in diverse pellicole del genere ‘peplum’ (film storici in costume). Nel ’64 diede inizio al ‘western made in Italy’ con la trilogia del dollaro (“Per un pugno di dollari”, “Per qualche dollaro in più, “Il buono, il brutto, il cattivo”), stringendo un lungo e proficuo sodalizio artistico col compositore Ennio Morricone, compagno di scuola alle elementari. Poi seguì la trilogia del tempo con “C’era una volta il West” (’68), “Giù la testa” (’71) e “C’era una volta in America” (’84). Morì a Roma.
Mel Gibson (1956), Usa, attore, sceneggiatore e regista. Nato a Peekskill (New York), è una star di Hollywood. Dopo l’esordio nel ’77, l’anno dopo ottenne i primi consensi con “Mad Max”. La massima popolarità arrivò con “Arma letale” (’87, interpretò anche i 3 sequel), mentre i più importanti riconoscimenti arrivarono con “Braveheart – Cuore impavido” (’95), che gli valse l’Oscar come “miglior regista” e “miglior film”. Dietro la cinepresa offrì un’altra grande prova con “La passione di Cristo” (’04, doppiato in latino e aramaico con i sottotitoli) e con “Apocalypto” (’06). Nel ’16 diresse “La battaglia di Hacksaw Ridge”, film bellico che vinse 2 Oscar (‘miglior montaggio’ e ‘miglior sonoro’).
Michael Schumacher (1969), Germania, ex-pilota di Formula 1. Nato a Hermülheim, è ritenuto dagli addetti ai lavori il più grande campione della Formula Uno di sempre.
Vinse 7 titoli mondiali: con la Benetton (’94, ’95) e con la Ferrari (’00, ’01, ’02, ’03, ’04). Corse per 16 stagioni (dal ’91, debutto con la Jordan, al ’06), poi si ritirò tre anni e, dal ’10 (a 41 anni) tornò in pista con la Mercedes fino al definitivo ritiro a fine ’12. Il 29 dicembre ’13 ebbe un grave incidente mentre sciava, andando in coma. Da allora si hanno pochissime notizie di lui, visto che è rinchiuso nella sua blindatissima dimora di Gland (Cantone di Vaud), sul lago di Ginevra, curato nel migliore dei modi possibili. Pare che oggi siano 10 gli esperti di riabilitazione che aiutano la famiglia Schumacher nell’assistere Michael. La scorsa estate (2019) ‘Schumi’ avrebbe visitato l’ospedale George Pompidou di Parigi e sarebbe stato sottoposto a un trattamento sperimentale con cellule staminali.
A fine 2016 il suo patrimonio ammontava a circa 800 milioni di dollari.
Andrea Cassarà (1984) Italia, schermidore. Nato a Brescia, specializzato nel fioretto, a 20 anni vinse le Olimpiadi di Atene ’04 (oro a squadre e bronzo individuale), confermandosi poi campione olimpico a squadre a Londra ’12. Notevole anche il suo medagliere Mondiale (8 ori, 2 argenti, 4 bronzi) ed Europeo (10 ori, 4 argenti, 1 bronzo).

 

Print Friendly, PDF & Email