Martedì 23 giugno, 175° giorno
dell’anno, 26^ settimana. Alla fine del 2020 mancano 191 giorni (bisestile)

0
1118
La famosa sfera di bronzo di Arnaldo Pomodoro sul lungomare di Pesaro

FRASE DEL GIORNO Tutto è stato mercificato. La gente con i soldi vuole comprare l’arte, mentre l’arte non si compra. (Arnaldo Pomodoro)

SANTI DEL GIORNO – San Giuseppe Cafasso (Sacerdote, protettore dei carcerati e dei condannati a morte), San Lanfranco Beccari (Vescovo di Pavia), San Tommaso Garnet (Martire in Inghilterra), San Bili (Vescovo e Martire), San Liberto di Cambrai (Vescovo),  Sant’Eteldreda di Ely (Regina di Northumbria), Santa Agrippina (Vergine e Martire).

EVENTI DEL GIORNO – Nel 1894 nacque il CIO. Successe a Parigi, per organizzare i Giochi Olimpici dell’era moderna: il Comité International Olympique (CIO) vide la luce per iniziativa di Pierre de Frédy, barone di Coubertin, che fu ideatore della bandiera olimpica, di uno sport, il pentathlon moderno, e presidente effettivo del CIO dal 1896 al 1925, onorario fino alla morte (1937): vide crescere la sua creatura da Atene 1896 a Berlino 1936.
Nel 1960 in commercio la pillola anticoncezionale. All’inizio dell’estate di quell’anno le donne americane poterono acquistare per la prima volta questo nuovo farmaco, chiamato ‘Enovid’. La scoperta risaliva a 2 anni prima, grazie agli studi effettuati da 3 medici (Garcia, Rock e Pincus) che, partendo dalle prime ricerche effettuate nel ’31 dal ginecologo austriaco Haberlandt, sperimentarono una pillola che inibiva il processo ormonale all’origine dell’ovulazione. Il 9 maggio precedente la ‘Food and Drug Administration’ (Agenzia Usa per Alimenti e Medicinali) diede il via libera alla commercializzazione dell’Enovid 10 mg per uso contraccettivo. In Europa arrivò nel ’61, con nome e composizione chimica differenti.

NATI FAMOSI – Giambattista Vico (1668-1744), Italia, filosofo. Nato a Napoli, nell’odierna via San Biagio dei Librai, come ricorda una lapide lungo la strada, è considerato il più grande filosofo dell’epoca moderna, oltre ad essere ricordato come storico e giurista.  Cresciuto in un ambiente povero e costretto ai più diversi lavori per prendersi cura dei genitori anziani e dei 7 fratelli, lavorò come precettore fino al 1699, quando vinse la cattedra di Retorica all’Università di Napoli. Scomparve a 76 anni, nel gennaio 1744.
Alan Turing (1912-1954), Inghilterra, scienziato. Tra i più brillanti del ‘900, è riconosciuto come il ‘padre dell’informatica e dell’intelligenza artificiale’. Nato a Londra, durante la Seconda Guerra Mondiale lavorò come crittografo per il governo inglese, decifrando i codici usati dai tedeschi. Finita la guerra, fu vincolato dal segreto militare e solo 20 anni dopo la morte si parlò della ‘macchina di Turing’, sistema di calcolo capace di qualsiasi tipo di operazione logica o matematica attraverso un “algoritmo”. Uno studio che si rivelò basilare per il concetto di intelligenza artificiale e lo sviluppo dei computer.
Arnaldo Pomodoro (1926), Italia, scultore. Artista di rilievo mondiale, fratello maggiore di Giò Pomodoro, con le sue forme geometriche abbellisce strade e piazze delle principali città del mondo. Si tratta di particolari sfere di bronzo che si scompongono, si “rompono” e si aprono davanti allo spettatore, portato poi alla ricerca ed alla scoperta del meccanismo interno, in un contrasto tra la levigatezza della forma e la complessità nascosta all’interno.
Zinédine Yazid Zidane (1972), Francia, ex calciatore e allenatore. Nato a Marsiglia, di origini berbero-algerine, giocò con Cannes, Bordeaux, Juventus e Real Madrid (693-125) vincendo 3 scudetti (2 Juve, 1 Real), 3 Supercoppe (1 Juve, 2 Real), 1 Champions League (Real), 2 Coppe Intercontinentali (1 Juve, 1 Real), 2 Supercoppe Uefa (1 Juve, 1 Real), 2 Intertoto Uefa (1 Bordeaux, 1 Juve). Con la nazionale francese (108-31) vinse l’oro Mondiale ’98, l’oro Europeo ’00 e l’argento Mondiale ’06 (espulso in finale per la ‘testata’ a Materazzi); a livello individuale si aggiudicò il Pallone ‘Oro ’98. Da allenatore, sulla panchina del Real Madrid (256) portò a casa 1 scudetto, 2 Supercoppe spagnole, 3 Champions League, 2 Supercoppe Uefa e 2 Mondiali per club. Assolutamente straordinario.

Print Friendly, PDF & Email