13.9 C
Alessandria
giovedì, Ottobre 21, 2021

Terzo Valico: priorità alla tutela della salute e dell’ambiente

L’indagine della Magistratura nei confronti dei vertici del Consorzio COCIV – il General Contractor incaricato dal Governo della progettazione e costruzione del Terzo Valico – ha indotto il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti a togliere la direzione dei lavori al COCIV affidandola alla RFI e a trasferire l’Osservatorio Ambientale, istituito presso il Ministero dell’Ambiente, ad Alessandria.

Iniziative entrambe apprezzabili e, in particolare per l’Osservatorio, da concretizzare in tempi rapidi. Ma misure che, da sole, non sono sufficienti a riportare la fiducia delle Istituzioni e dei cittadini nei confronti di chi – il Consorzio – ha la responsabilità di realizzare un’Opera nella quale, oltretutto, vengono investite ingenti risorse pubbliche e si trova con i massimi vertici inquisiti e arrestati per corruzione.

Tra i compiti dell’Osservatorio Ambientale vi è, ad esempio, quello di sovraintendere alle attività di monitoraggio, misurazioni e rilievi in campo ambientale. Attività che, in tutta evidenza, non possono più essere affidate a COCIV il quale ‘autocertifica’ i risultati dei controlli attraverso laboratori che hanno ricevuto l’appalto diretto dal medesimo Consorzio. Inoltre il COCIV, avendo assunto una posizione contraria nei confronti del Ministero dell’Ambiente per l’aggiornamento di prescrizioni più efficaci e sostenibili sull’utilizzo delle terre e rocce da scavo, non risulta più credibile come soggetto garante della sicurezza ambientale. Fatto che ha indotto i Comuni di Alessandria, Tortona e Arquata ad opporsi in giudizio nei confronti del COCIV in rispetto del “principio di precauzione” e con lo scopo di minimizzare la contaminazione dell’ambiente da amianto (21/06/2016).

Per queste ragioni l’Osservatorio Ambientale nell’attività di verifica e controllo del monitoraggio ambientale dovrà avvalersi costantemente dell’Arpa Regionale di Piemonte e Liguria; un Ente terzo di riferimento degli Enti Locali e, loro tramite, dei cittadini che deve essere messo nelle condizioni – con l’aumento del personale e delle risorse a disposizione – di operare con il massimo di efficacia. A tal fine, da parte del Commissario del Terzo Valico, riteniamo debba essere fissato un incontro con: Osservatorio Ambientale, Arpa Piemonte, Tecnici del Comune e della Provincia, incentrato sulle attività di monitoraggio, le misurazione ed i rilievi in campo, così come le modalità di trasporto in sicurezza dei materiali.

Per quanto riguarda la compatibilità ambientale del deposito DP93 Cascina Clara e Cascina Buona a ricevere smarino contenente amianto e/o materiali additivati con schiume va rilevato che il motivato parere contrario della Direzione Ambiente del Comune di Alessandria per il VIA della Regione Piemonte (17/02/2016) e le analoghe valutazioni dell’Assessore all’Ambiente del Comune di Alessandria (13/06/2016) – tese ad affermare il ‘principio di precauzione’ – non sono state in alcun modo considerate dalla competente Direzione regionale e dagli Assessori all’Ambiente e alle Attività produttive della Regione. I quali hanno approvato, senza riserve, il progetto proposto dal COCIV.

Alla luce dell’indagine della Magistratura e comunque prima di procedere con nuove immissioni nell’ex cava Clara e Buona è necessario ed urgente che il Commissario informi con il massimo di trasparenza i cittadini sulle quantità e le caratteristiche del materiale che è stato conferito dal 15 ottobre 2016 e sui risultati delle diverse analisi effettuate; specificando da quale Ente ordinate e da quale laboratorio effettuate. In assenza di dati certi e riscontrabili dovranno essere bloccati i conferimenti.

Per quanto attiene, infine, alle risorse previste dal Governo per i Comuni interessati ai lavori del Terzo Valico va chiarito che nessuna compensazione è possibile per la tutela della salute dei lavoratori e dei cittadini e di quella del territorio, ma, riguardando i disagi causati dalla realizzazione dell’opera, questi devono essere indirizzati a migliorare la qualità ambientale del territorio.

Simone ANNARATONE (AL Centro)

Fabio CAMILLO (Partito Democratico)

Paolo MARCHELLI (Moderati)

Renzo PENNA (Sinistra Ecologia Libertà)

Fausta Dal Monte
Giornalista professionista dal 1994, amante dei viaggi. "La mia casa è il mondo"
0 0 voti
Valutazione articolo
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
- Advertisement -

Popolari

Social

4,523FansMi piace
3,520FollowerSegui
2,512FollowerSegui
Zapping sfoglia PDF online
Zapping Casa sfoglia PDF online
Zapping da Leggere sfoglia PDF online

Ultimi articoli

0
Vorremmo sapere cosa ne pensi, scrivi un commento.x
()
x