10 C
Alessandria
lunedì, Ottobre 25, 2021

Sveva Casati Modignani presenta “La moglie magica” a Costigliole d’Asti

Riceviamo e pubblichiamo un invito dell’Italian Culinary Institute for Foreigners per sabato 31 maggio.

“Un evento attesissimo, quello di sabato 31 maggio alle 17 nel cortile del Castello di Costigliole d’Asti, quando, nell’ambito della manifestazione “Di vigna in vignetta – Primavera di donne, humor e vino” per i 25 anni delle Donne del Vino del Piemonte, Sveva Casati Modignani presenterà il suo ultimo romanzo “La moglie magica” (edizioni Sperling & Kupfer).

Sveva Casati Modignani è una delle firme più amate della narrativa italiana contemporanea: i suoi romanzi sono tradotti in venti Paesi e hanno venduto oltre dieci milioni di copie.

Il romanzo uscito da pochi giorni e già in vetta alle classifiche, “La moglie magica”, narra la storia di Mariangela, che a vent’anni, appena sposata, va ad abitare con il marito in un’elegante palazzina Liberty di via Eustachi a Milano. I vicini ammirano i suoi grandi occhi illuminati di gioia e la sua vitalità contagiosa, al punto che il nomignolo di «Magìa», che la accompagna da quando era bambina e non sapeva pronunciare il proprio nome per intero, sembra esserle stato cucito addosso dal destino. Eppure, nel tempo, gli stessi vicini la vedono spegnersi: quella ragazza allegra ed esuberante si trasforma in una donna nervosa e sfuggente. Tutti le vogliono bene, ma non possono aiutarla, perché hanno capito che il motivo della sua tristezza è il marito Paolo. Quattordici anni prima, sposandolo, Magìa aveva lasciato il suo paesino di montagna, stregata dalla promessa di una vita brillante, fatta di regali costosi e vacanze da sogno: una agiatezza che ha pagato a caro prezzo, perché Paolo è un uomo che confonde l’amore con il possesso, che maschera con l’aggressività le proprie insicurezze e riesce a essere geloso persino delle attenzioni che la moglie riserva ai loro due bambini. Un giorno, dopo l’ennesimo gesto violento del marito, Magìa si risveglia finalmente dal suo stato di sudditanza e allora trova il coraggio di riprendere in mano la sua vita e ribellarsi, per salvare se stessa e i figli. E con questa nuova consapevolezza scoprirà anche la sua carica di magia.
Nei bei saloni del Castello di Costigliole d’Asti prosegue fino al 29 giugno tutti i fine settimana (sabato con orario 15-20 e domenica 11-20) “Di vigna in vignetta”, esposizione che racconta in 100 tavole di famosi pittori e illustratori l’intreccio inesauribile tra vino e humor. I quadri di di Jacovitti, Cavandoli, Guarene, Clericetti, Grott,Pongiglione e molti altri, oggi di proprietà delle Donne del Vino del Piemonte, appartenevano alla collezione del giornalista Vincenzo Buonassisi, di cui ricorre il decennale della scomparsa. Ingresso libero.

Sabato 31 maggio, domenica 1 giugno e lunedì 2 giugno sarà aperto anche il banco d’assaggio con 100 etichette delle Donne del Vino. Tasca con bicchiere a 5 euro”

0 0 voti
Valutazione articolo
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
- Advertisement -

Popolari

Social

4,523FansMi piace
3,520FollowerSegui
2,512FollowerSegui
Zapping sfoglia PDF online
Zapping Casa sfoglia PDF online
Zapping da Leggere sfoglia PDF online

Ultimi articoli

0
Vorremmo sapere cosa ne pensi, scrivi un commento.x
()
x