14.5 C
Alessandria
martedì, Ottobre 26, 2021

Roberto Paravidino confermato alla presidenza della Coldiretti di Alessandria

Roberto Paravidino guiderà per i prossimi quattro anni la Coldiretti di Alessandria: lo ha stabilito l’Assemblea dei delegati; che lo ha eletto con il 99% dei voti.

Paravidino è stato confermato alla presidenza durante l’assise che si è svolta questa mattina nella sala convegni dell’Associazione “Cultura & Sviluppo” di Alessandria: un momento particolarmente sentito dalla base; non vissuto come “ore importanti; sottratte all’attività imprenditoriale”; ma come un tassello determinante per costruire quella che sarà la Coldiretti di domani.

“Stiamo attraversando un momento non facile; lo sappiamo tutti molto bene; l’economia del nostro territorio ne sta risentendo molto; per questo sarà determinante valorizzare l’agricoltura come risorsa economica; sociale e ambientale per garantire alle imprese agricole opportunità di sviluppo e reddito in un quadro di piena integrazione dell’agricoltura con gli interessi economici e sociali del Paese.”

Un obiettivo che il presidente Roberto Paravidino ha espresso con determinazione al momento dell’elezione; puntando l’attenzione su quanto sia importante difendere “la competitività del Made in Italy; che trova nell’agroalimentare un punto di forza per la sicurezza alimentare e ambientale dei cittadini consumatori”.

Per quanto riguarda i rapporti con le istituzioni Roberto Paravidino non ha dubbi sulla linea da seguire in questo quadriennio: “Serve una concertazione che metta al centro l’impresa agricola e il territorio e si confronti su strategie di sviluppo concrete; su progetti realizzabili; su come rendere disponibile il potenziale di innovazione che scaturisce dal valore distintivo del territorio; dell’origine e dei prodotti ad essi legati; ma anche dalla razionalizzazione e integrazione delle filiere agroalimentari e dalla produzione delle bioenergie.

L’asse impresa–mercato sempre di più rappresenterà la principale fonte generatrice di reddito disponibile.

Dentro questo asse le imprese continueranno a fare la loro scommessa imprenditoriale; e dentro a questo asse Coldiretti continuerà ad esserci; portando i propri contenuti sindacali e di rappresentanza con l’obiettivo di rafforzare il ruolo e il peso dell’impresa.

Tutelare le aziende rispetto agli interessi economici e di mercato non vuol dire rappresentare il prodotto; ma seguirne i destini; ovvero; difendere il valore distintivo portato dall’impresa agricola e dal territorio e pretendere il riconoscimento economico; giuridico e politico che questo valore porta con sé”.

Per quanto riguarda la difesa del il Made in Italy il presidente Paravidino ha voluto tornare sull’argomento per ribadire l’impegno della Federazione alessandrina nella battaglia che Coldiretti sta portando avanti per difendere il vero Made in Italy e la scelta del “no Ogm”.

“Una scelta di sicurezza ma anche un elemento di competitività per il modello di sviluppo vincente per l’agroalimentare nazionale – ha continuato Paravidino – che deve legare il prodotto al territorio attraverso l’etichettatura trasparente che per l’Italia; che ha fatto la scelta di essere libera da Ogm; significa anche certificare l’assenza di contaminazioni da biotech.

Una scelta che continueremo a difendere con forza”.

0 0 voti
Valutazione articolo
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
- Advertisement -

Popolari

Social

4,523FansMi piace
3,520FollowerSegui
2,512FollowerSegui
Zapping sfoglia PDF online
Zapping Casa sfoglia PDF online
Zapping da Leggere sfoglia PDF online

Ultimi articoli

0
Vorremmo sapere cosa ne pensi, scrivi un commento.x
()
x