“M’illumino di meno”. Spegniamo le luci per l’ambiente e accendiamo la ricerca

0
33

“Spegniamo le luci per l’ambiente e accendiamo la ricerca”. Un invito che Solidal per la Ricerca e il Comune di Alessandria rivolgono a tutti i cittadini in occasione del 26 marzo, ovvero la giornata dedicata al risparmio energetico e agli stili di vita sostenibili.

A partire dallo slogan della giornata “M’illumino di meno”, lanciato per la prima volta nel 2005 dalla redazione di Caterpillar insieme a Rai Radio2, l’iniziativa alessandrina si pone un duplice obiettivo. Da un lato tutelare l’ambiente, proponendo di spegnere le luci domestiche e sensibilizzando al tema della razionalizzazione dei consumi energetici, e dall’altro sostenere la ricerca scientifica dell’Azienda Ospedaliera di Alessandria sulle patologie ambientali – ovvero correlate all’esposizione a determinati fattori come l’inquinamento dell’aria e dell’acqua – suggerendo una donazione simbolica da parte dalla comunità.

La prima ‘casa’ a spegnere le sue luci sarà proprio il Palazzo Comunale che dalle ore 18 alle ore 19:30 terrà la facciata buia come simbolo del risparmio energetico cittadino. Il Comune di Alessandria ha infatti aderito subito all’iniziativa, divenendone il primo promotore grazie all’entusiasmo dell’assessore Giovanni Barosini, con la delega all’illuminazione pubblica.

“Il tema del risparmio energetico – commenta l’assessore Giovanni Barosini – è troppo importante per non aderire ad una iniziativa così importante e consolidata come ‘M’illumino di meno’. Invito i cittadini a voler testimoniare la loro sensibilità su questo tema spegnendo le luci di casa per un minuto nella serata di oggi. Ovviamente ringrazio particolarmente la Fondazione Solidal per le continue iniziative di alto profilo e contenuto”.

 

Fondamentale è però il contributo di tutta la cittadinanza. La proposta è dunque quella di spegnere le luci di casa per qualche minuto e donare sul sito della Fondazione Solidal www.fondazionesolidal.it/come-donare/ una cifra simbolica, a partire da 1 euro, derivante dal risparmio energetico ottenuto.