17.5 C
Alessandria
venerdì, Ottobre 22, 2021

M5S su decreto dignità e dichiarazioni Amag

Riceviamo e pubblichiamo dalla senatrice Susy Matrisciano la dichiarazione sul decreto dignità e tagli Amag:

“Sono rimasta basita nel leggere l’articolo pubblicato su Il Piccolo del 18 dicembre scorso
relativo alle critiche mosse al Decreto Dignità dall’Amministratore Delegato di
Amag e del vice sindaco. Questi ultimi arrivano a dichiarare che la
multiutility alessandrina sarà costretta a lasciare a casa 15 dipendenti
somministrati a tempo determinato a causa del Decreto Dignità. Questa
affermazione però non trova fondamento nella realtà e nei principi del Decreto
che nasce proprio per contrastare la precarietà e lo smodato utilizzo del
lavoro somministrato, obbligando le aziende private, dopo 24 mesi in presenza
di causale specifica, a trasformare i contratti da tempo determinato a tempo
indeterminato.
Non trovando corretto quanto affermato nell’articolo sono
andata sul sito del Gruppo Amag per capire quali fossero le procedure per la
selezione e l’assunzione di personale e mi sono imbattuta nel “Regolamento
per il reclutamento del personale” datato 29 giugno 2018. All’articolo 1
si può chiaramente leggere che restano fuori dal campo di applicazione del
regolamento: “i contratti di somministrazione lavoro o i contratti di
lavoro a tempo determinato di durata inferiore o pari a 12 mesi resisi
necessari per far fronte a carenza di personale contingenti non previste e non
prevedibili. I contratti di lavoro stipulati in tale contesto non potranno
essere convertiti a tempo indeterminato”. Negli articoli successivi il
regolamento norma le procedure di assunzione che prevedono la pubblicazione di
un avviso e l’espletamento di un concorso, esattamente come avviene nella
Pubblica Amministrazione. Personalmente condivido totalmente questa modalità di
accesso improntata su principi di trasparenza.
Non è assolutamente
vero però che non sia possibile attribuire un punteggio maggiore a chi ha già maturato
un’esperienza sul campo in quanto non esiste un vero ostacolo giuridico che impedisca di organizzare un concorso che abbia tra i requisiti specifici la valorizzazione delle competenze e delle esperienze maturate, posto che Amag ha un regolamento interno che può essere in ogni caso modificato.
Sono anche sicura che questi lavoratori non avranno alcun problema a superare brillantemente una selezione
e ottenere così un contratto a tempo indeterminato.
Forse però mi viene da pensare che l’AD Bressan, con le sue
dichiarazioni, non abbia alcuna intenzione di stabilizzare tali lavoratori. È
molto più semplice attribuire la responsabilità del mancato rinnovo al Decreto
Dignità che avere il coraggio di investire in quelle che vengono ritenute
“professionalità importanti”. Il Decreto Dignità infatti, fortemente
voluto dal MoVimento 5 Stelle, va proprio nella direzione di incentivare gli
imprenditori a stabilizzare tutti quei talenti che per troppi anni sono stati
mortificati dal precariato”.

Susy Matrisciano
Portavoce M5S al Senato della Repubblica
Capogruppo M5S 11ª Commissione permanente (Lavoro pubblico e privato, previdenza sociale)

Fausta Dal Monte
Giornalista professionista dal 1994, amante dei viaggi. "La mia casa è il mondo"
- Advertisement -

Popolari

Social

4,523FansMi piace
3,520FollowerSegui
2,512FollowerSegui
Zapping sfoglia PDF online
Zapping Casa sfoglia PDF online
Zapping da Leggere sfoglia PDF online

Ultimi articoli