Rinvio della rottamazione e nuove rateazioni

0
25

L’Agenzia delle Entrate – Riscossione ha aggiornato in merito alle procedure relative alla riscossione delle cartelle esattoriali le proprie faq on line in seguito alle novità introdotte dal DL Ristori quater n.157/2020 in materia e su di un argomento che interessa da vicino almeno 1.200.00 mila Italiani che hanno un piano di riscossione esattoriale.

 

Il DL Ristori quater, oltre a prevedere il differimento al 1° marzo 2021 delle rate relative alla rottamazione ter e saldo e stralcio in scadenza nel 2020, porta anche a delle, introducendo, importanti novità anche in materia di rateizzazione delle cartelle.

Tutto questo per andare incontro alle difficoltà economiche derivanti e scaturenti in conseguenza all’emergenza sanitaria in corso. La data del 1° marzo è tassativa: non sono, infatti, previsti i 5 giorni di tolleranza in caso di pagamento in ritardo.

 

Un’altra importante novità riguarda i debiti fino a 100.000 euro

Per le richieste presentate a partire dal 30 novembre 2020 e fino al 31 dicembre 2021 la soglia viene elevata a 100.000 euro di debito, in origine fissata a 60.000 euro, per il cui è possibile richiedere una rateizzazione fino a 6 anni senza presentare la documentazione che attesti lo stato di comprovate difficoltà economiche.

Questo è molto importante in quanto snellisce la catena della documentazione da produrre per avere diritto alla rateizzazione.

Decaduti

Cioè coloro per i quali è intervenuta una decadenza di potersi avvalere della rottamazione delle cartelle precedenti.

Altra importante novità introdotta dal DL è appunto la possibilità di richiedere una nuova dilazione del pagamento dei carichi contenuti nei piani di dilazione per i quali, prima dell’8 marzo 2020 o del 21 febbraio 2020 (quest’ultima data per i contribuenti di Lombardia e Veneto della prima zona rossa istituita) è intervenuta la decadenza dal beneficio; tali carichi esattoriali possono essere nuovamente rateizzati e dilazionati presentando un’altra richiesta entro il 31 dicembre 2021. Infine, è consentito di ripristinare la dilazione anche dei debiti per i quali, alla data del 31 dicembre 2019, si è determinata l’inefficacia delle precedenti rottamazioni delle cartelle.

Decadenza dal beneficio

Altra importante novità riguarda la decadenza dal beneficio della rottamazione delle cartelle. Anche per tali rateizzazioni, la decadenza dal beneficio si verifica solo in caso di mancato pagamento di dieci rate, non necessariamente consecutive, in luogo di cinque rate, come ordinariamente e precedentemente previsto.

Può infatti capitare frequentemente che in una situazione di estrema complessità e difficoltà economica si incorra nella possibilità di non poter adempiere al proprio dovere ed onorare i propri debiti fino in fondo.

 

Bollettini

Anche su questo fronte è importante sottolineare che per effettuare il pagamento possono essere continuati ad utilizzare i bollettini contenuti nella “Comunicazione delle somme dovute” già in possesso dei contribuenti, anche se il versamento sarà effettuato in date differenti rispetto a quelle previste dal piano originario.

Procedure esecutive in essere prima della data di presentazione dell’istanza

Per i provvedimenti di accoglimento relativi a richieste di rateizzazione presentate dalla data di entrata in vigore del DL Ristori quater, ovvero il 30 novembre 2020, l’estinzione delle procedure esecutive precedentemente avviate si determina con il pagamento della prima rata del piano di rateizzazione a condizione che non si sia ancora tenuto l’incanto con esito positivo o non sia stata presentata istanza di assegnazione, ovvero il terzo non abbia reso dichiarazione positiva o non sia stato già emesso provvedimento di assegnazione dei crediti pignorati.

 

Sportelli AdER -L’ingresso agli sportelli è consentito solo tramite appuntamento. È possibile fissare un appuntamento tramite il servizio “Prenota ticket”, disponibile nell’area pubblica del portale e dell’App Equiclick senza necessità di pin e password. In considerazione della sospensione fino al prossimo 31 dicembre 2020 delle attività di notifica e di riscossione, i servizi di sportello al momento disponibili sono limitati alle sole operazioni urgenti e indifferibili.

Michele Minardi

Print Friendly, PDF & Email