10.3 C
Alessandria
sabato, Ottobre 23, 2021

Contributi per i nidi non comunali

La Giunta Comunale ha approvato ieri una delibera per l’erogazione di contributi straordinari per le famiglie che hanno figli che frequentano nidi non comunali.

Il Comune infatti ha partecipato nei mesi scorsi al “Bando Misura2”, regionale, destinato all’ampliamento dell’offerta di servizi per la prima infanzia non a titolarità comunale (asili nido, micronidi, nidi in famiglia e centri di custodia oraria).

Sono stati individuati i soggetti interessati sul territorio comunale ed è stato predisposto un avviso esplorativo a cui hanno risposto 5 strutture in possesso dei requisiti, autorizzati e registrati dalla Regione alla data del 31 dicembre scorso: “L’Albero Verde”, in via Guasco, “Babynido Alexandria”, in via Don Orione , l’associazione “Franzini” e i nidi in famiglia “Baby Boom” e “Baby Boom2”, in corso Acqui.

Verrà quindi riconosciuto alle famiglie dei bimbi che frequentano queste strutture un contributo analogo a quello già previsto per i nidi comunali: restituzione del 15% della retta mensile e dei buoni pasto pagati per i residenti nel Comune di Alessandria che abbiano un reddito ISEE non superiore ai 30.000 euro l’anno, per un tetto massimo complessivo di 71.163 euro pari al trasferimento effettuato dalla Regione Piemonte per il “Bando Misura2”.

«L’attenzione che questa Amministrazione Comunale — dichiara il Sindaco Maria Rita Rossaha più volte manifestato nei confronti del sostegno delle politiche educative, trova un’ulteriore conferma in questa azione che allarga il raggio di famiglie che potranno beneficiare di un sostegno per i costi dei Nidi a cui hanno iscritto i propri bambini.

Se infatti l’impegno primario del nostro Comune riguarda il sostegno e la valorizzazione dei Nidi Comunali, non possiamo che essere soddisfatti dell’opportunità, grazie ai fondi del bando regionale, di consentire un’agevolazione che ricade anche a favore di altre importanti strutture del nostro territorio locale che, insieme, costituiscono la complessiva offerta di servizi all’infanzia di cui la nostra comunità può andare fiera per il prestigio e la qualità didattica e di cura pedagogica che negli anni si è consolidata».

«L’assessorato che mi onoro di guidare — sottolinea l’Assessore comunale Maria Teresa Gottaha come titolo quello riferito al “Sistema Educativo Integrato” e ritengo che questa bella opportunità possa mettere in luce quanto agli aspetti nominalistici corrisponda anche la quotidiana realtà di un impegno che considera strategica l’applicazione del criterio di “integrazione”. Così come, con una logica di attenzione integrata, cerchiamo di seguire il sostegno ai diversi gradi di Scuole poste sotto la competenza comunale, allo stesso modo ci siamo adoperati affinché queste risorse regionali potessero giungere opportunamente per beneficiare anche altri soggetti, quali i Nidi non-comunali, che ugualmente creano i presupposti educativi per una crescita integrata e valorizzata di tutte le risorse e le potenzialità della nostra comunità locale, partendo proprio dai più piccoli».

Fausta Dal Monte
Giornalista professionista dal 1994, amante dei viaggi. "La mia casa è il mondo"
0 0 voti
Valutazione articolo
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
- Advertisement -

Popolari

Social

4,523FansMi piace
3,520FollowerSegui
2,512FollowerSegui
Zapping sfoglia PDF online
Zapping Casa sfoglia PDF online
Zapping da Leggere sfoglia PDF online

Ultimi articoli

0
Vorremmo sapere cosa ne pensi, scrivi un commento.x
()
x