9.8 C
Alessandria
lunedì, Ottobre 25, 2021

Coldiretti: “Bene la sentenza del Tar per la pasta, i consumatori sappiano cosa stanno acquistando”

Soddisfazione per il “No” del Tar alla richiesta di sospendere il decreto per l’etichettatura d’origine del grano utilizzato nella produzione della pasta.

“Hanno avuto la meglio gli interessi dell’informazione rispetto a quelli economici e commerciali – ha affermato il presidente provinciale Coldiretti Alessandria Roberto Paravidino – Questa sentenza mette in evidenza l’importanza dell’etichettatura d’origine per le produzioni agroalimentari e per questo continueremo la battaglia per ottenere l’etichettatura obbligatoria anche per il grano tenero coltivato in Piemonte”. D’altronde, ben l’81% degli italiani chiede maggior trasparenza su quanto porta in tavola. Con la decisione assunta dal Tribunale amministrativo regionale del Lazio viene bocciato, quindi, il ricorso dei pastai.

“E’ corretto che i consumatori – aggiunge il direttore Coldiretti Alessandria Leandro Grazioli – sappiano cosa stanno acquistando e se in quel determinato pacco di pasta è presente o meno grano canadese trattato in preraccolta con il glifosato, proibito sul grano italiano. Si tratta di una battaglia di civiltà a tutela dei cittadini, della biodiversità, del lavoro degli imprenditori agricoli e dell’economia del territorio”.

Da febbraio 2018, dunque, entrerà in vigore l’etichettatura d’origine obbligatoria che consentirà di sostenere le produzioni Made in Italy e che punta a contrastare le speculazioni che stanno provocando il crollo dei prezzi del grano al di sotto dei costi di produzione.

- Advertisement -

Popolari

Social

4,523FansMi piace
3,520FollowerSegui
2,512FollowerSegui
Zapping sfoglia PDF online
Zapping Casa sfoglia PDF online
Zapping da Leggere sfoglia PDF online

Ultimi articoli