Mercoledì 21 aprile: la frase del giorno, i santi del giorno, i nati famosi e cosa accadde oggi

0
1641
Il messicano Anthony Quinn nei panni di "Barabba" (1961). L'attore ebbe 12 figli da 4 donne diverse

Frase del giorno

L’italiano è una lingua di gesti, la cui comprensione è resa difficile dalle parole. (Anthony Quinn) 

Santi del giorno

Sant’Anselmo d’Aosta (Vescovo e Dottore della Chiesa), San Corrado Birndorfer da Parzham (Cappuccino), San Maelrubha di Applecross (Abate), San Roman Adame Rosales (Sacerdote e Martire), Sant’Aristo (Sacerdote e Martire), Sant’Anastasio il Sinaita, Sant’Apollonio di Roma (Filosofo e Martire).

Accadde oggi

  • 753 a.C. ‘Natale di Roma’. Per la leggenda, in questo giorno Romolo fondò la città. Da questa data in poi derivò la cronologia romana, definita con la locuzione latina ‘Ab urbe condita’ (dalla fondazione della Città). Dopo la caduta dell’Impero d’Occidente la festa si perse. Ripristinata dal Risorgimento, nel ’24 divenne “Natale di Roma-Festa del Lavoro”  per decreto di Mussolini, poi cassato nel ’45. La Festa del Lavoro tornò al 1º maggio e il ‘Natale di Roma’ rimase nell’ambito cittadino della Capitale.
  • 1942 in Italia entrò in vigore il nuovo Codice Civile, che unificò il precedente del 1865 con il Codice di Commercio del 1882.
  • 1960 fu ufficialmente inaugurata Brasilia, nuova capitale del Brasile.
  • 1977 l’agente Settimio Passamonti, 23 anni, fu ucciso a Roma negli scontri tra polizia e comunisti di Autonomia Operaia. L’assassino restò sconosciuto.
  • 1989 Nintendo lanciò il “Game Boy”, consolle portatile per videogames.

Nati famosi

  • Max Weber (1864-1920), Germania, economista e storico. Nato a Erfurt, Karl Emil Maximilian Weber fece studi giuridici, economici e storici, arrivando nel 1891 a insegnare storia del diritto ed economia a BerlinoFriburgo e Heidelberg. Tra il 1904 e il 1905 pubblicò il saggio “L’etica protestante e lo spirito del capitalismo”, in cui ricondusse la nascita del capitalismo moderno all’etica protestante. Influenzò il pensiero occidentale  fornendo concetti fondamentali alla sociologia moderna e alle scienze politiche.
  • Anthony Quinn (1915-2001), Messico, attore. Nacque a Chihuahua come Antonio Rodolfo Quinn-Oaxaca da madre di origini atzechepadre irlandese-maya. Lasciò la scuola, fece il pugile e il pittore, si formò a teatro e nel ’36 passò a Hollywood. Dopo tanti film, divenne mito: negli anni ’50 “Viva Zapata!” e “Brama di vivere” gli valsero 2 Oscar (“miglior attore non protagonista” ’53 e ’57). Lavorò con Fellini ne “La strada”  (’54), poi continuò con “Ombre bianche” (’59), “Barabba” (’61), “Lawrence d’Arabia” (’62), “Zorba il greco” (’64). Nella vita burrascosa ebbe 12 figli: da Katherine DeMille  Christopher (’39), Christina (’41), Catalina (’42), Duncan (’45) e Valentina (’52); da Jolanda Addolori Francesco (’63), Danny (’64) e Lorenzo (’66); con Friedel Dunbard  Sean (’73) e Alex (’76), da Kathy Benvin Antonia (’93) e Ryan (’96).
  • Elisabetta II (1926), Inghilterra, regina. Personaggio tra i più influenti della politica mondiale, con 69 anni di regno è la più anziana sovrana britannica di sempre e la 4^ al mondo. Figlia di Giorgio VI, Elizabeth Alexandra Mary salì al trono a 26 anni, dopo la scomparsa del padre (6 febbraio ’52). Divenne Capo del Commonwealth, Governatore supremo della Chiesa d’Inghilterra e Comandante in capo delle forze armate. 
  • Toninho Cerezo (1955), Brasile, ex-calciatore e allenatore. Nato a Belo Horizonte,  Antònio Carlos Cerezo giocò con Atlético Mineiro, Roma, Samp, São Paulo e Cruzeiro  (491-42). Vinse 9 titoli brasiliani, 1 scudetto italiano (Samp), 4 Coppe Italia (2 Roma, 2 Samp), 1 Coppa delle Coppe (Samp), 1 Copa Libertadores (S.Paulo), 2 Intercontinentali, 1 Supercoppa e 2 Recope sudamericane (S.Paulo). In Nazionale (57-5) vinse 2 bronzi: Mondiali ’78 e Copa América ’79. Da allenatore 2 scudetti giapponesi, 1 scudetto degli Emirati, 3 Coppe giapponesi e 1 Coppa nippo-sudamericana.
Print Friendly, PDF & Email