Alessandria al via del girone di ritorno, domani al Moccagatta c’è il Pontedera

0
794

Inizia il girone di ritorno, che dopo due giornate andrà in vacanza per tre settimane.
Ma in virtù del turno di riposo (30 dicembre) l’Alessandria starà ferma un mese, con tutto il tempo per ‘resettare’ la mente, migliorare la condizione atletica e intervenire sul mercato. Di solito a metà campionato si fa un piccolo bilancio, che quest’anno vede i grigi sotto le attese, in lotta nella zona bassa della classifica dopo un inizio di stagione imbarazzante. Dopo l’arrivo del ‘normalizzatore’ Michele Marcolini, però, le cose sembrano andare un po’ meglio, anche se la strada per arrivare ad obiettivi importanti e adeguati alla società è ancora lunga.
Dopo 18 partite giocate in campionato l’Alessandria è 14ma con 21 punti, 5 vittorie, 6 pareggi e 7 sconfitte, 23 gol fatti e 24 subìti. Per Stellini 12 punti in 14 gare (2v-6p-7s) con 13-18 gol; per Marcolini 9 punti in 4 gare (3v-0p-1s) con 10-6 gol.
Nel bilancio delle Coppe, Stellini vanta 1 vittoria (ai supplementari) e 1 sconfitta in TIM CUP, mentre Marcolini ha 2 vittorie (una ai rigori) in Coppa Italia serie C.

PONTEDERA – E’ 15° in classifica con 21 punti, a fianco di grigi, Arzachena e Pro Piacenza, e quindi al momento salvo. Nell’andata vanta uno ‘score’ identico all’Alessandria (5v-6p-7s) e la differenza è sui gol: 21 segnati e 26 incassati. L’allenatore è sempre Ivan Maraia, sulla panchina granata da inizio stagione dopo essere stato il vice di Paolo Indiani per 150 gare. Il suo modulo preferito è il 3-5-2. Il Pontedera è una delle formazioni più giovani della Lega, con una età media di 23,1 anni, mentre il suo valore di mercato si aggira intorno ai 2.800.000 euro, un po’ più di un terzo dell’Alessandria.  Non perde da tre turni, ma negli ultimi 10 ha totalizzato 18 punti dei 21 che ha in classifica. Sarà assente lo squalificato Gargiulo, sempre presente fin qui, e l’uomo più pericoloso dovrebbe essere la punta Pesenti, autore di 5 reti.

PRECEDENTI – Sono 21, tutti in campionato e tutti in serie C. Bilancio pro-Alessandria 7 vittorie a 4 con 10 pareggi, 27 gol piemontesi e 17 toscani. Le ultime tre sfide sono recenti: la stagione passata finì 0-0 a Pontedera e 2-1 per i grigi al ‘Moccagatta’, in quella disgraziata ultima giornata che diede, per qualche minuto, l’illusione delle serie B, per poi definire il secondo posto mandrogno. In questa stagione, invece, la gara di andata, prima di campionato, si chiuse 1-1, firmata da Pesenti e Gonzalez. (dati Museo Grigio).

ALESSANDRIA – Rientrano dalla squalifica Gonzalez e Fissore, mentre tra gli infortunati torna a disposizione Sciacca ma non ci saranno Cazzola e Fischnaller. Per l’ultima uscita del 2017 Michele Marcolini avrà quindi a disposizione quasi tutti gli effettivi, che dal 1′ potrebbe schierare così, con il 4-4-2: Vannucchi; Celjak, Sciacca, Piccolo, Fissore; Sestu, Gazzi, Nicco, Branca; Marconi, Gonzalez.

ARBITRO – Il designato di Giannoccaro per la partita Alessandria-Pontedera di sabato 23 dicembre, alle ore 14.30, allo stadio  ‘Moccagatta’ è Andrea Colombo di Como, assistito da Giulio Fantino e Roberto Margheritino, entrambi di Savona.

Print Friendly, PDF & Email