Internet: le nuove dipendenze

0
300

Sono comportamenti di cui non possono fare a meno gli italiani di cui mezzo milione è dipendente dal gioco d’azzardo. E’ un allarme che Giovanni D’Agata; componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti” si sente di lanciare visto l’aumento di questa dipendenza nella fascia di età tra 15 e 19 anni (51%); ma i più colpiti (il 51% dei giocatori) uomini di età compresa tra i 40 e i 50 anni. Il quadro è davvero preoccupante se poi si considera che da ieri il gioco d’azzardo èlegalmente arrivato in rete con modalità “cash”; ovvero puntando ad ogni mano soldi veri; si capisce che i rischi di questo tipo di dipendenza sono davvero alti. Le persone in rete sono più fragili e meno coscienti delle perdite di denaro a cui vanno incontro. Anche la dipendenze da sesso è esasperata dalla proliferazione di siti porno che in Italia colpirebbe circa il 5;8% della popolazione e prevalentemente gli uomini; mentre le donne di età compresa tra i 23 e i 31 anni. soffrono principalmente da shopping compulsivo. Mentre dall’America arriva la dipendenza attraverso dei particolari sali da bagno; considerati legislativamente legali; una nuova droga con la quale è stato trovato il modo di “sballarsi”. Parliamo dei “catinoni” venduti nella forma di una polvere bianca cristallina; molto simili per composizione alle metanfetamine Per subirne gli effetti devastanti basta annusarli; fumarli o iniettarli tipo crack. L’effetto sul corpo umano è devastante; e le storie raccolte sulla loro “efficacia” hanno dell’incredibile. Il New York Times; che ne riporta alcune; lascia davvero senza fiato: persone che si lanciano nel vuoto; omicidi; persone che si autolesionano convinte di avere qualcosa sotto la pelle. Suicidi e lesioni. Atti orribili tutti causati da queste sostante stupefacenti; vendute come sali da bagno; che si stanno diffondendo in maniera fortissima; soprattutto tra i più giovane. Gli States li stanno man mano vietando in ogni stato; ma in alcuni casi il blocco della vendita si sta rivelando molto più difficile del previsto. Il maggiore effetto di queste droghe è quello di creare delle allucinazioni fortissime a chi le assume; a causa della presenza dei sali di mefedrone o metilendiossipirovalerone (Mdpv). Le prime conseguenze a livello clinico sono in forte aumento della temperatura corporea; fino a 42 gradi; un aumento della pressione sanguigna e della frequenza cardiaca. Ed il loro contrasto è più difficile di ciò che ci si aspettasse. Infatti anche la somministrazione di forti tranquillanti non sembra sortiure gli effetti desiderati; tant’è che per sedare coloro che li avevano assunti; molti medici hanno rivelato di averli sottoposti ad anestesia totale.

Print Friendly, PDF & Email