118: i numeri di un anno di attività di un numero che dà certezza

0
730

Giovanni Lombardi, direttore della Centrale Operativa e base Elisoccorso del 118 di Alessandria e Asti commenta in modo positivo i dati di attività relativi all’anno 2013: “Sono numeri che si allineano quasi completamente con quelli dell’anno precedente, quando ormai la gestione Alessandria-Asti era completata. Dati di attività, (allegati al comunicato) ormai completi, che dimostrano la sostenibilità del progetto regionale di razionalizzazione delle centrali operative sulla base delle quattro aree vaste.
Non si sono verificate particolari criticità, nemmeno come conseguenza del piano di revisione della rete ospedaliera della provincia: abbiamo sempre cercato di perseguire l’obiettivo di inviare il mezzo giusto nel tempo giusto al paziente giusto e successivamente all’ospedale più idoneo e più vicino”.

Dal punto di vista operativo, è stata implementata la rete STEMI per il trasporto dei pazienti giunti ai Pronto Soccorso con infarto miocardico presso l’emodinamica dell’Azienda Ospedaliera, utilizzando i mezzi di soccorso avanzato del 118, con un risparmio di tempo previsto medio di oltre due ore. La rete STEMI serve proprio a collegare in una rete decisionale i mezzi di soccorso sul territorio, le centrali operative del 118 e l’Unità di Terapia Intensiva Coronarica (UTIC) dell’ospedale di Alessandria, sede di emodinamica interventistica e di cardiochirurgia.
“Per quanto riguarda l’implementazione tecnologica – spiega ancora il dr. Lombardi – si è da poco conclusa la gara regionale per la telefonia del 118, che ha visto da un lato importanti risparmi economici e dall’altro notevoli innovazioni e potenziamenti della rete, anche in vista del numero unico europeo dell’emergenza 112. Sarà infatti disponibile in tempo reale un collegamento con il CED interforze, che permette la geolocalizzazione dalle chiamate da cellulare e di tutta la telefonia fissa indipendentemente da gestore. Il progetto prevede successivamente di dotare tutti i mezzi di soccorso avanzato e di base continuativi di un tablet pc connesso in rete per ricevere automaticamente le informazioni sui target di missione, per la gestione della cartella clinica elettronica del paziente, per la stampa dei referti e successivamente per la trasmissione di questi dati al sistema informatico ospedaliero. Con tale risorsa sarà anche possibile effettuare e trasmettere riprese video degli eventi sia per documentazione legale che in occasione di maxi emergenze”.

Sul fronte del personale, l’Azienda sta procedendo speditamente nel programma di mobilità volontaria per il quale entro aprile sarà completata la procedura di selezione mediante colloquio, con l’acquisizione di 59 infermieri provenienti principalmente dall’ASL AL e dall’ASL AT e di 6 medici provenienti dall’ASL AT, che si uniranno ai già 11 convenzionati transitati alla nostra Azienda fin dal primo gennaio. Questa è una importante azione per la messa a sistema di una migliore governance del 118.

Print Friendly, PDF & Email