Province; Asti va verso l’accorpamento con Alessandria

0
393

Si è tenuto ieri il Consiglio delle Autonomie Locali (CAL) per discutere riguardo il riordino delle Province piemontesi. Finite sotto i riflettori della spending review; in Piemonte le Province dovrebbero essere dimezzate; passando quindi da otto a quattro. Il CAL ha approvato con 27 voti favorevoli e quattro contrari la propria proposta di riordinamento delle Province; per quanto riguarda Alessandria; questa dovrebbe rimanere capoluogo accorpando la Provincia di Asti. Se effettivamente la proposta avanzata dal CAL venisse accolta; in Piemonte rimarrebbero la Provincia di Torino (città metropolitana); la provincia di Cuneo (che rimarrebbe invariata); la provincia del Piemonte Orientale; che accorperebbe Novara; Vercelli; Biella e Verbano Cusio Ossola.
La decisione di accorpare Asti ad Alessandria però; non è stata accettata di buon grado dai rappresentanti astigiani; che non hanno voluto prendere parte alla votazione e in ogni modo hanno tentato di evitare un possibile accorpamento. Il Presidente della Provincia di Alessandria Filippi non ha nascosto i malumori espressi dagli astigiani; spiegando che questi avrebbero preferito una Provincia Asti – Cuneo – Alessandria; o in alternativa accorpare le città di Acqui; Alba; Casale e Bra. In precedenza la Provincia di Asti aveva avanzato proposte di annessione ad alcune città dell’alessandrino; ma fino ad ora; nessuna risposta è stata inoltrata; neppure dal Comune di Casale che tanto vorrebbe staccarsi da Alessandria. Comunque sia; la proposta adesso passerà al Consiglio Regionale; che attraverso una votazione deciderà se rendere effettiva o meno la proposta del CAL.

Print Friendly, PDF & Email