Domani sciopero dei lavoratori di tutte le partecipate. A Palazzo Rosso, malumori all’interno della maggioranza.

0
355

Dopo le tensioni interne e il prossimo ‘rimpasto’ che avverrà a giorni, la giunta di maggioranza del Comune di Alessandria rischia di perdere pezzi. Ad abbandonare la maggioranza per primo, potrebbe essere probabilmente Ciro Costantino, eletto con la Federazione della Sinistra, che non perde occasione di essere critico nei confronti dei suoi colleghi di coalizione. L’ultima frecciata arriva da un comunicato stampa, che pubblichiamo di seguito, riguardante lo sciopero in programma per domani.

In riferimento alla riunione di maggioranza di ieri pomeriggio, la Federazione della Sinistra, precisa che il nostro dissenso rispetto agli orientamenti espressi dal Sindaco sugli esuberi e le privatizzazioni rimane ed è profondo.
Siamo consapevoli che la situazione è cambiata a livello governativo e legislativo, che la politica di questo governo sta uccidendo Alessandria, ma la Giunta non si è ribellata (basta leggere l’ultima intervista dell’Assessore Bianchi), come invece avrebbe dovuto. L’esempio più importante viene dall’ANCI, che per bocca del suo Presidente che ha addirittura minacciato la disobbedienza civile dei Comuni italiani.
Niente di tutto ciò è stato fatto.
Per quanto ci riguarda la condivisione di un nuova proposta programmatica, che solo oggi potremo forse esaminare, e il cambio di passo politico della Giunta, sono le condizioni per continuare a far parte di questa maggioranza.
Lo sciopero di domani, che va rivolto soprattutto contro le politiche del Governo Monti, deve riuscire anche per dare un segnale di reazione da parte di questa città a politiche che colpiscono solo il diritto al lavoro di tanti cittadini.

Print Friendly, PDF & Email