Aapertura bando di richiesta contributi per la rimozione di manufatti contenenti amianto

0
345

Fino al 20 gennaio 2017, è aperto il nuovo bando per la richiesta di contributi per la rimozione di manufatti contenenti amianto.

I cittadini di Casale Monferrato e di tutti i 48 Comuni compresi nel Sin (Sito d’Interesse Nazionale) casalese potranno richiedere nuovamente un contributo per la rimozione delle coperture in amianto. Il finanziamento potrà coprire fino al 50 per cento delle spese sostenute per la bonifica.

La nuova apertura del bando – ha sottolineato l’assessore alla tutela dell’ambiente Cristina Fava – consentirà a tutti coloro che non hanno mai presentato richieste di poter ottenere il contributo per le operazioni di bonifica e ci permetterà anche di pagare i contributi a tutti quelli che, in questi mesi, hanno presentato la richiesta di bonifica in via anticipata (oltre 30 richiedenti), una misura voluta proprio per accelerare e facilitare le operazioni. Ricordo che, grazie a questa iniziativa, i proprietari di un fabbricato censito ma che non hanno mai presentato richieste e desiderano bonificare senza dover attendere la riapertura di un nuovo bando possono presentare la richiesta in via anticipata ed effettuare immediatamente i lavori: il contributo sarà erogato appena si aprirà un nuovo bando, come in questo caso”.
.

Il bando resterà aperto dal 20 ottobre 2016 al 20 gennaio 2017 e prevede un contributo pari a 30 euro per ogni metro quadrato di superficie bonificata, fino a un limite massimo pari al 50 per cento delle spese sostenute.
«Per incentivare i privati a bonificare e alleggerire l’impegno economico delle operazioni – ha proseguito l’assessore Fava – ricordo che, oltre al contributo erogato dal Comune, è attivo un apposito Protocollo d’Intesa stipulato con gli Istituti di Credito per facilitare l’accesso di cittadini e imprese a mutui e prestiti bancari a tassi fortemente ribassati. Le condizioni sono pubblicate sul sito del Comune www.comune.casale-monferrato.al.it nella sezione “Ambiente ed Ecologia- Amianto-ulteriori iniziative di sostegno alle bonifiche dei privati”, dove si trovano anche gli ulteriori protocolli sottoscritti con le imprese edili, con i sindacati e con gli ordini professionali, per fornire tutti gli strumenti necessari ad agevolare e sostenere le bonifiche”.

Le domande, corredate dalla documentazione fotografica che illustri le coperture o i feltri presenti, potranno essere presentate al Comune di Casale Monferrato, in via Mameli 10, allo Sportello Unico Amianto (cortile centrale, 1° piano).

Il bando e la modulistica si potranno scaricare dal sito internet del Comune www.comune.casale-monferrato.al.it oppure potranno essere richiesti all’ufficio Sportello Unico Amianto – Settore Tutela Ambiente del Comune di Casale Monferrato in via Mameli 10 e agli Uffici Tecnici Comunali dei Comuni facenti parte del Sin.

Le domande effettuate negli anni precedenti non devono essere ripresentate: le precedenti graduatorie, infatti, continueranno a essere valide.

Il contributo è riservato agli interventi di rimozione amianto da fabbricati siti nei Comuni di: Alfiano Natta, Altavilla Monferrato, Balzola, Borgo S.Martino, Bozzole, Camagna Monferrato, Camino, Casale Monferrato, Castelletto Merli, Cella Monte, Cereseto, Cerrina Monferrato, Coniolo, Conzano, Frassinello Monferrato, Frassineto Po, Gabiano, Giarole, Mirabello Monferrato, Mombello Monferrato, Moncalvo, Moncestino, Morano sul Po, Murisengo, Occimiano, Odalengo Grande, Odalengo Piccolo, Olivola, Ottiglio, Ozzano Monferrato, Palazzolo Vercellese, Pomaro, Pontestura, Ponzano Monferrato, Rosignano Monferrato, Sala Monferrato., San Giorgio Monferrato., Serralunga di Crea, Solonghello, Terruggia, Ticineto, Treville, Trino, Valmacca, Vignale Monferrato, Villadeati, Villamiroglio, Villanova Monferrato.

Print Friendly, PDF & Email