Torna il derby una settimana dopo, Pro-Alessandria si gioca in Coppa. Cottarelli va alla Pro Patria

0
891
Alessandria che festeggia la vittoria in Coppa lo scorso 25 aprile; in primo piano Gravina, ora presidente FIGC

Di nuovo la Pro Vercelli, stavolta in Coppa Italia di serie C. E stavolta si gioca, sul sintetico del ‘Piola’, mercoledì alle ore 15. Gara secca, con eventuali supplementari e rigori: chi passa affronterà in trasferta la vincente di Monza-Novara.
L’Alessandria affronta questa gara da detentrice del trofeo, vinto lo scorso 25 aprile al ‘Moccagatta’, gremito dal pubblico delle grandi occasioni, superando 3-1 la Viterbese dopo la vittoria 1-0 in gara d’andata.
Mattatore delle finali fu Michele Marconi, autore di tutti e 4 i gol segnati alla squadra laziale, compresa la splendida rovesciata diventata virale sul web.

PRECEDENTI – Storia infinita, quella fra orsi grigi e bianche casacche, iniziata nel 1913 ai tempi del leggendario ‘quadrilatero del calcio’ (con Casale e Novara). Le gare giocate sono 82, 66 di campionato e 16 di coppa. In queste ultime Alessandria avanti 7 vittorie a 5 con 4 pareggi, risultati conditi da 22 gol alessandrini e 16 vercellesi.
L’ultima sfida di TIM CUP, nell’agosto ’15, finì 2-1 al ‘Piola’ per i grigi, che poi arrivarono alla semifinale col Milan. (dati Museo Grigio)

PRO VERCELLI – Squadra fra le più antiche del calcio italiano, e pure più titolate (7 scudetti), è prima in classifica a quota 42, con 20 gare giocate (12 vinte, 6 pareggiate, 2 perse, 27 reti segnate e 13 subìte) ed è una delle squadre favorite per la promozione.
Ha una rosa ampia, 26 giocatori (3 stranieri) con un’età media di 24.1 anni, l’allenatore è il 47enne Vito Grieco, ex centrocampista di B e C con 5 promozioni all’attivo. Come tecnico è alla Pro dal 2014, dopo aver fatto il vice a Spezia, Lugano e Pisa. Approdato al ruolo di capo-allenatore il 7 maggio scorso, al posto di Grassadonia, in una situazione disperata con la squadra in fondo alla B accompagnò la retrocessione, ma è stato confermato.
Affezionato al modulo 4-4-1-1, talvolta lo cambia in 4-4-2.
La Pro Vercelli, reduce dall’1-0 sull’Albissola in campionato, è stata eliminata dal Brescia in TIM CUP ad agosto (5-2 ai rigori), mentre in coppa di C è all’esordio.

ALESSANDRIA – In campionato 14^ in classifica con 21 punti dopo 3 vittorie, 12 pareggi e 6 sconfitte (17-25 i gol), è stata eliminata dalla Giana in TIM CUP a luglio (1-0) mentre in Coppa di C ha battuto 2-0 l’Albissola ad ottobre.
Mercato: Niccolò Cottarelli, dopo una lunga e tribolata trattativa, è tornato alla Pro Patria, dove così bene fece lo scorso campionato. Ma ad Alessandria non trovava spazio e Javorcic lo stima molto. La formula è il prestito fino a giugno con diritto di riscatto.

Per il derby di coppa l’infermeria è piena: fuori Gjura, Tentoni, UselMalteseDelvino. Quasi recuperato Santini, ma è difficile dire se verrà utilizzato. Contro la Pro Vercelli, partita a cui società e allenatore tengono tantissimo, la ‘minestra tattica’ non cambia (3-5-2), ma qualche giocatore forse sì: Pop; Prestìa, Panizzi, Agostinone; Gemignani, Chiarello, Checchin, Gatto, Badan; Akammadu, Rocco.

ARBITRO – E’ Alessio Clerico (TO) il designato a dirigere Pro Vercelli-Alessandria di mercoledì 30 gennaio alle ore 15 allo stadio ‘Piola’ di Vercelli, coadiuvato da Mattia Massimino (CN) e Claudio Gautieri (AT). Clerico, 31 anni, è al 2° anno di Can Lega Pro, non ha precedenti con i ‘grigi’ ma ha già diretto sette volte i ‘bianchi’: la prima squadra il 2 dicembre u.s. a Gozzano (vittoria 1-0), le Under 19 e 17 negli anni precedenti con 2 successi, 2 pareggi e 2 sconfitte. 

Print Friendly, PDF & Email