L’Alessandria sabato alle 20.45
va in diretta su Sportitalia
nell’anticipo con la Pistoiese

0
724

Anticipo su Sportitalia per l’Alessandria di D’Agostino, che domani sera alle 20.45 sarà visibile sul canale 60 del Digitale Terrestre oltre che sulla piattaforma Serie C TV – Eleven Sport. E’ una formazione che perde pochissimo (1), quella grigia, ma vince anche poco (2), visto che il risultato più gettonato è il pareggio (5). Gazzi e compagni sono imbattuti dal 23 settembre (1-3 col Pro Piacenza): da lì in poi sono arrivati 6 risultati utili in fila, che diventano 7 con il successo in Coppa contro l’Albissola (2-0). In queste sette gare i gol subìti sono stati soltanto 2, quelli segnati 5. Inutile dire che l’obiettivo è la vittoria.

PRECEDENTI – E’ una storia lunga 18 partite, quella fra Pistoiese e Alessandria: dal 1985 in avanti 6 vittorie grigie, 3 arancioni, 9 pareggi, 19 reti piemontesi e 15 toscane.
Nella scorsa stagione una vittoria per parte, invece l’ultimo pareggio è del marzo ’17. Unica vittoria esterna dei grigi è il 2-1 del 29 dicembre ’96, mentre gli arancioni mai hanno espugnato il ‘Mocca’. (dati Museo Grigio)

PISTOIESE – In classifica è 16^ con 5 punti, maturati dopo 1 sola vittoria, 2 pareggi e 4 sconfitte, con 11 gol fatti (5° attacco) e 16 subìti (2^ peggior difesa dopo il Gozzano).
In TIM CUP è uscita al 1° turno contro la Juve Stabia (1-0), e così pure in Coppa Italia serie C (battuta 4-2 dall’Imolese). In campionato deve recuperare due gare contro Entella e Siena. Ha una rosa di 27 elementi (4 stranieri) con un’età media di 23,8 anni. In panchina c’è Antonino Asta, che ha sostituito Paolo Indiani dopo l’8^ giornata, ma il rinvio del derby col Siena ha spostato l’esordio dell’ex-Toro. Quindi i punti fatti sono tutti di Indiani, che ha utilizzato il 4-1-4-1 in coppa e il rombo (4-3-1-2) nelle prime giornate,  passando poi al 3-4-1-2; ma l’unico successo è arrivato con la matricola Albissola.
Quanto ad Asta, contro i grigi dovrebbe confermare l’ultimo modulo utilizzato dal predecessore, da vedere se 3-4-1-2 o 3-4-3.  Gli elementi di maggior spessore sono il capocannoniere Rovini (4 gol), il capitano Luperini, il centrocampista Vitiello, l’attaccante Cellini, più gli ex-grigi Fanucchi e Terigi. Ma attenzione al 19enne ivoriano Latte-Lath, interessantissimo attaccante esterno in prestito dall’Atalanta.

ALESSANDRIA – E’ salita al 5° posto in classifica, condiviso con Juve B e Olbia, dopo le penalizzazioni di Lucchese e Cuneo, che sono scivolate dietro. Tre gli assenti sicuri: oltre ai soliti Checchin e Tentoni, mancherà pure lo squalificato De Luca, appiedato solo per 1 giornata (si temeva di più). In forse Panizzi, che deve assorbire un risentimento all’adduttore, quindi potrebbe andare in panchina. Non cambia l’idea tattica di D’Agostino, che conferma il 3-5-2 con il probabile inserimento di Talamo al posto di De Luca.
Per cui la formazione iniziale potrebbe essere questa: Cucchietti; Gjura, Prestìa, Agostinone; Sartore, Gatto, Gazzi, Maltese, Badan; Talamo, Santini.

ARBITRO – La terna scelta per dirigere Pistoiese-Alessandria di sabato 3 novembre 2018, ore 20.45, allo stadio ‘Melani’ di Pistoia, è formata dall’arbitro Marco Monaldi (MC) e dagli assistenti Daisuke Emanuele Yoshikawa (RM 1) e Francesco Rizzotto (RM 2). Monaldi è un esordiente in serie C e non ha mai diretto le due squadre.

Print Friendly, PDF & Email