Renate e Juventus U23: ritrovare
la forma puntando forte sui playoff

0
22
Immagine della gara di andata, vinta 2-1 dal Renate al 'Moccagatta' (foto museogrigio.it)

Quarta contro nona. Ovvero Renate contro Juventus U23. Una sfida che profuma di playoff. Entrambe sono in un momento-no, dal quale ‘devono’ e ‘vogliono’ uscire.
Per ritrovarsi, magari, negli spareggi. Si gioca domenica alle 17.30.

PRECEDENTI – Sono 2, entrambi al ‘Moccagatta’. L’anno scorso vinse 2-1 la Juve B (8′ Galuppini, 50′ Olivieri, 86′ Lanini). Nel girone di andata, invece, fu 2-1 Renate (65′ Correia, 78′ De Sena, 85′ Kabashi rig., espulso Delli Carri). Di fatto, la gara del 18 aprile 2021 sarà l’esordio della Juventus U23 allo stadio “Città di Meda”.

QUI RENATE – E’ 4° in classifica con 58 punti, grazie a 17 vittorie, 7 pari e 11 sconfitte, gol 44-25 (6° attacco, 6^ difesa). Dopo 2 mesi in testa, è calato via via, lasciando le ambizioni di promozione diretta. Lo stato di forma non è al ‘top’: 4 sconfitte nelle ultime 5 gare. E’ reduce dallo 0-1 contro la traballante Pistoiese. La rosa, di 24 elementi (4 stranieri) con età media 25.7, è affidata al 43enne Aimo Diana, in panca per il 3° anno di fila. Miglior marcatore Galuppini14 gol stagionali. Modulo 3-4-1-2.

QUI JUVENTUS U23 – E’ al 9° posto con 48 punti (1 gara in meno) dopo 13 vinte, 9 pari, 12 sconfitte, gol 47-44. Non vince da 5 partite, anche se appare in ripresa (ultime 2 pareggiate dopo 3 sconfitte di fila). L’obiettivo sono i playoff, ma deve guardarsi dalle inseguitrici Novara e Grosseto, appaiate a 45 punti. Senza Vrioni ma coi recuperati GozziRanocchia, Zauli metterà in campo, probabilmente, il modulo 3-4-2-1.

ARBITRO – Designato Andrea Bordin (Bassano del Grappa), con Francesco Perrelli (IS) e Antonio Lalomia (AG), assistenti, e Graziella Pirriatore (BO), 4° ufficiale. Il sig. Bordin, 2° anno in C, non ha mai diretto i nerazzurri e ha 1 solo precedente con i bianconeri: Pro Patria-JU23 3-2 (25 gen ’20).

Print Friendly, PDF & Email