Alessandria, spiragli di luce.
Ma con la Lucchese è solo 0-0

0
899
"Grison", l'orso grigio mascotte dell'Alessandria (foto Alessandria Calcio)

L’Alessandria del nuovo corso voluto da patron Di Masi trova il primo pareggio stagionale: dopo la vittoria (Juve U23) e la sconfitta (Pro Piacenza) ecco la prima ‘X’ nella gara casalinga con la Lucchese, davanti a poco più di 1.600 persone (900 abbonati, 666 paganti, più accrediti). E lo 0-0 uscito dal ‘Moccagatta’ dopo 97′ è la prima volta dei grigi senza gol, quindi una foto in chiaro-scuro della formazione di D’Agostino, che ha mostrato comunque leggeri segnali di crescita rispetto alle gare precedenti.

LA PARTITA – Il tecnico siciliano sorprende tutti con lo schieramento iniziale, proponendo il 3-4-1-2 con Delvino e Badan esterni e Bellazzini trequartista dietro Sartore e Santini. Dunque la disponibilità del ‘pelato’ attaccante, alla prima stagionale dopo la squalifica, ha indotto D’Agostino a provare una formazione offensiva contro il quasi speculare 3-5-2 dei toscani, caratterizzato dagli illeggibili numeri sulle maglie.
Meglio la manovra dei grigi nel primo tempo, ma scarse le occasioni da gol: la prima al 2′ su angolo, ma il tocco sotto misura di Gjura dopo la torre di Delvino (esordio) viene murato dal portiere in uscita. Poi nulla fino al 36′, quando un cross dalla destra di Delvino trova la girata di testa di Santini: fuori. Al 39′ grande rischio in area grigia: Favale da sinistra mette in mezzo, Provenzano dentro l’area piccola ha la porta spalancata ma mette alto. Poi due colpi di testa di Santini, dopo il 40′, uno alto e uno centrale parato da Falcone. Nel recupero fantastico lancio di 50 metri di Maltese per Badan, che scavalca Falcone uscito ‘a farfalle’ ma sul rimbalzo la difesa libera.
La ripresa si apre con un brivido per i tifosi grigi: al 49′ Greselin spara da 25 metri, Cucchietti coperto appare battuto ma la traversa e la riga di porta negano il vantaggio agli ospiti. Al 55′ grigi vicini al vantaggio: Sartore a sinistra lascia per strada due avversari e se ne va al tiro, ma è quasi sulla riga di fondo e il portiere chiude la luce della porta. Dopo un debole tentativo dalla distanza di Greselin, è il portiere Cucchietti che salva i grigi all’83′, quando smanaccia una deviazione di Bortolussi da 4 metri su assist di Bernardini.
Lo 0-0 finale accontenta tutti (detto dagli allenatori in sala-stampa) e per l’Alessandria è positivo il fatto di non aver preso gol. Che poi faccia fatica a segnare, già si sapeva.

IL CAMPIONATOIn attesa dell’ennesimo pronunciamento di un qualche Organo Giudicante, sono scese in campo per la prima volta Novara, Pro Vercelli e Siena (A), Ternana (B) e Catania (C), mentre sono rimaste al palo Entella (in attesa della serie B) e Viterbese (che vuole il girone A). Comunque vada a finire sarà una stagione piena di recuperi, di penalizzazioni, di soluzioni a tavolino che renderanno l’esito finale assolutamente casuale. Il tutto con la prospettiva che chi ha governato questa martoriata categoria, negli ultimi anni, diventi il capo del calcio italiano. Auguri. 

Print Friendly, PDF & Email