Alessandria: Scazzola esonerato, Martini guida la squadra a Gozzano dove Soda ha rilevato Sassarini.
Una sfida fra tecnici appena arrivati

0
415

La decisione era nell’aria da prima di Natale, ma la vittoria sulla Pro Vercelli e lo sciopero avevano dilatato i tempi. Poi il mercato e il pareggio sofferto con la Carrarese avevano ‘congelato’ la panchina, ma la pessima prestazione dei giocatori col Renate (voluta?) ha convinto la dirigenza a congedare Scazzola, 14° allenatore dei grigi nell’era Di Masi. Sostituito dal suo ‘vice’ Marco Martini, il 15° in 7 anni, che farà il ‘Caronte’, cioè traghetterà la squadra nella gara di Gozzano, in attesa di un nuovo allenatore il cui profilo è al vaglio dell’area tecnica e che dovrebbe essere in panca domenica contro l’Olbia.
Così ha spiegato ieri il ds Fabio Artico, che si è fermamente assunto la paternità della decisione dell’esonero. Sofferta, a quanto sembra, ma meditata e condivisa, anche se “…non tutte le colpe sono di Scazzola…”, è stato detto. E ci credo. I giocatori in campo a Meda hanno mandato un segnale chiaro che ha ‘accompagnato’ l’esonero: la prestazione di 5 ‘vecchi’ è stata troppo brutta per essere involontaria. Se fossero messi davvero così, sarebbero ex-giocatori. Artico nega la cosa, ma l’impressione di tutti è stata quella.
E questo dà valore alla prestazione e alla serietà di Valentini e Gazzi, unici sufficienti.
Ora, con il cambio di allenatore, i giocatori non hanno più alibi: Martini sarà anche ‘a tempo’, sarà pure un amico, però a Gozzano devono giocare. Vedremo il risultato.

GOZZANO – Seconda stagione in C per la matricola novarese, che gioca le gare casalinghe sul campo intitolato al marchese “Alfredo D’Albertas” (presidente ’48-’79). La squadra rossoblù è 17^ in classifica con 19 punti (3 v., 10 p., 8 s.-gol 20-28) e ha appena cambiato allenatore: via Sassarini, è tornato Antonio Soda, quello della salvezza l’anno scorso. In rosa ci sono 33 elementi (7 stranieri) con un’età media di 24,5 anni. Assenti per infortunio i 2 ‘vecchi’ con più carriera, Barreto e Concas, e lo squalificato Tordini.

PRECEDENTIGrigi imbattuti nei 5 derby con i rossoblù: 2 vittorie e 3 pareggi, gol 8-4. Ma attenzione: le due vittorie sono arrivare nel ’04-’05 in Eccellenza, poi tra i ‘pro’ solo pareggi, di cui l’ultimo, nella gara di andata al ‘Mocca’, fu un rocambolesco 2-2 (22′ Tomaselli, 70′ Chiarello, 73′ Eusepi, 82′ Bukva) con l’Alessandria in 9 per le espulsioni di Sciacca (’78, doppio giallo) ed Eusepi (80′ doppio giallo). (dati Museo Grigio)

ALESSANDRIA – Derby pieno di incognite, con allenatore nuovo da una parte e dell’altra. In casa grigia tutto fa pensare che Martini prosegua col modulo ‘condiviso’ finora col suo predecessore, il 3-5-2, che dal 1′ potrebbe essere questo: Valentini; Dossena, Cosenza, Sciacca; Eleuteri, Casarini, Gazzi, Di Quinzio, Celia; Eusepi, Arrighini.

ARBITRO – E’ Francesco Carrione (Castellammare di Stabia) assistito da Francesco Perrelli (IS) e Federico Pragliola (TR) a dirigere Gozzano-Alessandria di mercoledì 22 gennaio (ore 15) allo stadio “D’Albertas”. Carrione è al 2° anno alla CAN C, ha 1 precedente coi grigi (AL-Olbia 0-0, 13-02-19) e 3 coi rossoblù, sempre vittoriosi con la sua direzione, 1 volta in C e 2 volte in D: Gozzano-Cuneo 4-0 (19-01-19), Borgosesia-Gozzano 2-3 (07-01-18) e Caronnese-Gozzano 0-2 (29-04-18)

Print Friendly, PDF & Email