Il Sindaco Cuttica di Revigliasco sulla 12^ “Notte dei Ricercatori” organizzata ad Alessandria dall’Università del Piemonte Orientale

0
945

Il Sindaco della Città di Alessandria, Gianfranco Cuttica di Revigliasco, ha partecipato questa mattina alla conferenza stampa di presentazione della 12^ edizione della “Notte dei Ricercatori”, il consueto appuntamento con la “Notte Europea dei Ricercatori” che l’Università del Piemonte Orientale organizza ad Alessandria e che culminerà, dopo diversi e interessanti “prologhi”, con l’evento conclusivo del prossimo 29 settembre. Durante il proprio intervento alla conferenza stampa — svoltasi presso il Dipartimento DISIT di viale Teresa Michel, il Sindaco di Alessandria ha sottolineato in particolare alcuni aspetti riportati nella seguente dichiarazione.

 

«Nel portare il saluto dell’Amministrazione Comunale e della Città, provo un grande piacere nel trovarmi in queste aule e nel riconoscere in questa nostra sede universitaria l’entusiasmo e la voglia di fare che sono alla base del successo delle scorse edizioni della “Notte dei Ricercatori” e che sicuramente caratterizzeranno anche l’edizione n. 12.

Durante la “Notte dei Ricercatori” in queste aule — per usare un temine tecnologico, ma assolutamente pertinente — si mette proficuamente “in rete” il mondo dei docenti e degli studenti universitari… e non solo di questi, ma anche dei tanti studenti e docenti degli altri ordini di Scuole alessandrine coinvolte, così come dei cittadini che fin dalla prima edizione hanno manifestato apprezzamento per questo evento.

La ragione della rilevanza di una manifestazione come quella che culmina quest’anno il 29 settembre sta proprio in questo: una ragione fondata, più in generale, sulla presenza vitale dell’Università nel tessuto vitale di una città e di una comunità come la nostra.

Se dunque, per un verso, sento e partecipo dell’orgoglio di Alessandria per continuare ad essere la Città prescelta — tra quelle delle sedi dell’U.P.O. — per vivere e celebrare questo importante evento, per altro verso, ritengo doveroso sottolineare almeno tre aspetti. Il primo è quello relativo al pieno sostegno e alla convinta adesione dell’Amministrazione Comunale anche a questa edizione della “Notte dei Ricercatori.

Il secondo è il sincero ringraziamento a tutti coloro che hanno operato per la promozione della manifestazione: penso non solo ai direttori dei Dipartimenti e ai docenti, ma anche ai tanti studenti e, al contempo, a tutti quei Soggetti pubblici e privati che credono nella possibilità di collaborare su progetti qualificati e vincenti come questo e dimostrano in queste occasioni un vero “gioco di squadra” che valorizza la Città intera, i suoi servizi, le sue potenzialità.

Il terzo elemento riguarda infine il significato del rapporto tra Università, Cultura e Città: tre dimensioni che sono chiamate anche ad Alessandria a sostenersi e svilupparsi reciprocamente e che possono portare a scelte che io auspico fortemente e per le quali mi sto impegnando come Sindaco, insieme all’Amministrazione Comunale.

Quali scelte? Quali obiettivi? Ad esempio, quelle grazie alle quali la vita universitaria degli studenti qui in Città sia sempre più qualificata e ricca di servizi e opportunità, compreso il tema della residenzialità universitaria. Parimenti, su altri fronti, quelle che consentano ad esempio a una struttura di eccellenza quale il Giardino Botanico Comunale “Dina Bellotti” di essere ancora più valorizzato anche in ambito culturale e nella sua interazione con gli studi e le ricerche scientifiche condotte nelle due sedi universitarie alessandrine. Non da ultimo, relativamente allo specifico tema delle nostre “sedi universitarie”, mi riferisco a scelte e strategie condivise in grado di dotare tali sedi degli spazi necessari per vivere appieno il proprio ruolo di promozione culturale, di ricerca e di trasmissione dei saperi scientifici, in sinergia con il territorio locale e le sue Istituzioni».

Print Friendly, PDF & Email