Sabato 7 Settembre è il giorno della “Festa Medioevale di Cassine”

0
619
Domani, sabato 7 settembre, dalle ore 15.00 fino a notte inoltrata, il borgo medioevale di Cassine, tra i meglio conservati in Italia, prende vita. E’ il giorno della Festa Medioevale, che ripropone le atmosfere di quel giorno del 1380 in cui il nuovo Signore di Cassine, Gian Galeazzo Visconti, fece visita ai suoi possedimenti.
L’accesso al Borgo medioevale sarà da via del Municipio e l’ingresso costa 5 euro (gratis i bambini fino a 12 anni). La piazza del Municipio e il piazzale della Ciocca diventano l’autentico Mercato, fulcro della vita in età Medioevale, con i mestieri dell’epoca ed i Campi d’Arme da cui si muovono fanti e armigeri per ricostruire scene di combattimento e difesa ma anche di vita da campo.
I Gruppi Storici fanno rivivere con grandissima fedeltà i gesti, i costumi, gli strumenti di vita quotidiana, sia civile che militare: l’amanuense, il sarto, il falegname, il fabbro, il coniatore, lo speziale, le tessitrici, con i loro strumenti di lavoro, personaggi di un passato lontano con cui intrattenersi per conoscere come si viveva e lavorava, come si combatteva e come si amministrava la giustizia.
Alle 21 il grande spettacolo sul sagrato della chiesa di San Francesco: il Teatro dell’Aleph proporrà “Sogno d’Armi”, in cui si narra di un giovane villano che sogna di diventare cavaliere. Aiutato da una messaggera ultraterrena riuscirà, vincendo le sue paure, ad acquisire la fierezza, la nobiltà e l’onore proprie del titolo di cavaliere.
In Piazza della Resistenza, nelle immediate vicinanze del mercato del Borgo, accessibile
tramite la passerella pedonale, ‘Kitchen Street’, ‘la strada della cucina’.
Bibite e gustosi piatti da consumare anche passeggiando, tra cui: agnolotti di stufato al ragù monferrino, porcini fritti, hamburger di fassona, toma piemontese, cipolla rossa in agrodolce, insalata e pomodoro, battuta di fassona, nocciole, fonduta fredda di robiola di Roccaverano e tartufo nero.
Print Friendly, PDF & Email