Il Presepe storico del Movimento Cristiano Lavoratori ritorna in Alessandria

0
383

Il presepe del Movimento Cristiano Lavoratori ha radici negli anni Settanta del se- colo scorso, quando ogni anno veniva allestito nell’atrio della stazione ferroviaria a cura di un gruppo di appassionati ferrovieri aderenti al Movimento. La tradizione fu proseguita dai Presidenti provinciali del Movimento, Alberto Milanese e Luigi Cagnoli, e poi da Giuseppe Cotroneo.

Purtroppo per alcuni anni, a seguito di alcuni atti di vandalismo e il furto di alcune statue, il presepio non fu allestito, ma la tradizione è ripresa nel Natale 2007, quando, dotato di una sua autonoma capanna, è stato collocato in piazza della Liberta, lato via Dante, davanti all’ex Banca d’Italia.

Da lì in avanti non si è più smesso di esporlo nel periodo che va dall’8 dicembre, Festa dell’Immacolata Concezione, fino alla Candelora, il 2 di febbraio. Dal 2013 al 2018, il presepio MCL è stato allestito a Basaluzzo, grazie alla disponibilità del sindaco Gianfranco Ludovici.

Quest’anno, con il patrocinio del Comune e in collaborazione con l’Associazione Amici del Museo della Gambarina, il Presepio ritorna ad Alessandria. Lo si potrà ammirare proprio in piazza della Gambarina, nello spiazzo prospiciente via Mazzini, accanto al torchio da vino, segno della produttività contadina, di cui il Museo etnografico “C’era una Volta” è attento conservatore.

“Ci pareva importante far ritornare il nostro allestimento in Alessandria – ha di- chiarato il Presidente Provinciale MCL Piercarlo Fabbio – perché proprio da questa città ha preso le mosse. Ringrazio l’Amministrazione Comunale per la collaborazione fornita affinché il ritorno si rendesse possibile. Qualche novità contraddistinguerà l’allestimento 2019…”

E le novità sono costituite da alcuni oggetti che gli Amici del Museo della Gambarina metteranno a disposizione per una lettura più approfondita del Presepio: “Oltre alla natività, vorremmo aggiungere qualche elemento che connoti e faccia riconoscere la civiltà rurale – spiega la Presidente onoraria Elena Garneri – che è necessariamente legata al Presepe. I nostri oggetti, gli oggetti del Museo costituiscono una seconda possibile lettura dell’allestimento”.

Il Presepe sarà aperto alle ore 18,30, Domenica 8 dicembre. Durante una breve cerimonia, i vicepresidenti del Movimento, Alfonso Conte ed Emiliana Conti, introdurranno le letture proposte da Efrem Bovo e Piercarlo Fabbio, tratte dalla Lettera Apostolica di Papa Francesco Admirabile Signum e da “La Pasqua di Natale”. Sarà presente all’evento Mons. Ivo Piccinini, che benedirà il Presepio.

Print Friendly, PDF & Email