Festival Luoghi Immaginari XV edizione 2017 a Casale

0
954

…..  cartoline da Luoghi Immaginari del Piemonte……

dedicato a Luigi Hugues, geografo e musicista

Sabato 7 ottobre 2017 alle ore 21.00 appuntamento di grande prestigio e livello artistico presso la Gispoteca Bistolfi (Museo Civico) di Casale Monferrato della XV edizione del “Festival Luoghi Immaginari”   con  l’Ensemble del Conservatorio “L.Cherubini” di Firenze   con un concerto dal titolo  La flûte de Pan “…….. cartoline di suoni e voci dal  mondo…….”  ( dedicato a Luigi Hugues, geografo , musicista  e Accademico del Conservatorio L.Cherubini di Firenze).Il concerto si svolge con il prestigioso Patrocinio della Società Geografica Italiana di Roma.

Il concerto si svolgerà presso la  cornice suggestiva e affascinante, come quella della Gispoteca Leonardo Bistolfi ( coevo di Claude Debussy, del quale sarà suggestivo ascoltare i suoni accanto alle sculture) dove saranno protagonisti  il flautista Paolo Zampini (Direttore del Conservatorio L.Cherubini di Firenze,il soprano  francese Elise Efremov, il soprano russo Elena Tereshchenko e la voce di Anna Tereshchenko  con l’elaborazione elettronica di Francesco Perissi, artisti di assoluto prestigio e formazione internazionale  che renderanno omaggio a Luigi Hugues ( Accademico del Conservatorio di Firenze) con l’esecuzione di sue opere per flauto interpretate dal flautista  M° Paolo Zampini (Direttore del Conservatorio di Firenze), accanto a brani di Claude Debussy  del quale verrà eseguito La flûte de Pan, di Jacques Ibert  con   “Deux Steles Orientées” , di Joaquin Rodrigo  con “Dos Poemas  de Juan Ramón Jiménez” nell’esecuzione delle splendide e affermate voci dei soprani Elise Efremov e Elena Tereshchenko, in uno spettacolo  potremmo dire “accompagnato” dalla voce di  Anna Tereshchenko  ne “La flûte de Pan”  di Claude Debussy.

Alla fine del XIX secolo infatti egli regalò un nuovo suono al flauto. Da li in poi fu un fiorire incredibile di composizioni, di nuove combinazioni stilistiche, di repertori“inventati”. Il grande compositore francese non fu il solo ad affrontare le nuove frontiere dell’Arte. Lo affiancarono poeti/viaggiatori come Pierre Louys e Victor Segalen o grandi compositori, purtroppo poco conosciuti, come Roussel, Caplet e Ibert. Erano i tempi in cui addirittura sulle navi da Crociera si ascoltavano gruppi cameristici proporre composizionidel tutto nuove e moderne. Ai giorni nostri suono e parola non hanno smesso di legarsi indissolubilmente. E la voce, parola e strumento, si lega, fin dall’antichita, al flauto.Un solo suono, un solo respiro

 

Festival premiato per due volte  con  Medaglia del Presidente della Repubblica, in questi giorni sono anche giunti i saluti da alcune tra le massime autorità regionali quali il Presidente del Consiglio Regionale del Piemonte Mauro Laus e dell’Assessore alla Cultura della Regione Piemonte Antonella Parigi, con il prezioso sostegno – sin dal suo esordio- dell’Amministrazione Comunale e dell’Assessore alla Cultura Daria Carmi, il festival  si svolge sin dall’esordio sotto il Patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, il Patrocinio e Contributo del Consiglio Regionale del Piemonte, la Regione Piemonte con la Camera di Commercio di Alessandria , Fondazione Piemonte Live, del Fonds Culturel National de Luxembourg; sponsor del festival sono la Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria , la Fondazione CRT , la Regione Piemonte e il Consiglio Regionale del Piemonte con i nuovi partner  di questa edizione  Shenyang “Tianyin” Arts&Culture Communication Shenyang –Liaoning CHINA CHINA e con  lo  Youth Chamber Choir and Vocal Consort of St.Peterburg of Philharmonic Society e del Comune di Casale Monferrato.

Print Friendly, PDF & Email