Natale solidale: che bello!

0
1493

Alessandria, Acqui Terme, Novi Ligure, Ovada, tutti uniti per rendere migliori le feste per i più deboli e meno fortunati

Le numerose associazioni di volontariato suppliscono alle mancanze istituzionali del territorio

ALESSANDRINO

associationIl Natale rappresenta la nascita, la gioia, la condivisione. Lo spirito natalizio viene spesso messo da parte. Ma quale modo è migliore, per riacquistarlo, se non aiutare il prossimo? Per divertirsi, fare del bene e passare una giornata diversa dal solito. Il Natale e le feste natalizie animano l’intera comunità e in questi giorni il volontariato è ancora più attivo.

Tra le associazioni che cercano volontari per questo Natale si trova la COOPI, Cooperazione Internazionale, organizzazione umanitaria italiana, che cerca volontari per un’importante attività benefica che si svolgerà all’interno di alcuni punti vendita di importanti catene commerciali, dal 5 al 24 dicembre (inclusi i week-end). I volontari dovranno confezionare i regali acquistati dai clienti con lo scopo di raccogliere donazioni che saranno destinate ad aiutare 7.000 bambini che soffrono di malnutrizione in Mali.

csvaaL’organizzazione Mani Tese organizza fino al 24 Dicembre l’iniziativa di volontariato “Molto più di un pacchetto regalo!” che quest’anno sarà svolta presso la libreria Feltrinelli in via Migliara. Mani Tese propone a ciascun volontario di dedicare almeno 4 ore del suo tempo libero, la richiesta per la libreria è rivolta specificamente a ragazzi e ragazze sopra i 16 anni. L’ obbiettivo è quello di sensibilizzare le librerie riguardo alle tematiche della disuguaglianza, contro le cause dell’ingiustizia, sostenendo comunità nei Paesi dell’Africa, dell’Asia e dell’America Latina, realizzando pacchetti regalo e finanziando l’associazione.

Per un Natale migliore, vivi pienamente il vero spirito natalizio!

 

Cristina Gulì

[divide style=”3″]

NOVESE

Solidarietà, beneficienza, disponibilità e aiuto nei confronti del prossimo. Novi Ligure si avvicina al Natale confermando il filone sociale di questi ultimi anni, assegnando due premi nel corso delle feste a personalità cittadine che nel corso del tempo si sono prodigate in questo campo.
Il Comune ha infatti deciso di inserire nel programma delle iniziative a tema natalizio la consegna dei riconoscimenti dedicati a Luciano Delucca e a Lino Persano. Domenica 20 dicembre alle ore 11 presso il Salone di Rappresentanza di Palazzo Pallavicini saranno assegnati i due premi i cui vincitori succederanno rispettivamente all’associazione Iris (“Insieme Ritroviamo Il Senso”) e “Angeli per Novi”, a cui è andato il “Delucca”.
Gli allenatori professionisti Davide Oliveri (Pallacanestro Novi 1890) e Franco Ferraris (Pozzolese Volley) sono invece entrati nell’albo d’oro del “Persano” dallo scorso anno. Il premio solidarietà “Luciano Delucca” è giunto alla 27ª edizione ed è stato ideato come ringraziamento per tutti coloro che puntualmente si occupano delle persone in difficoltà, lontano dalle luci della ribalta e dalla smania di apparire per forza.
Il premio educatore nello sport, intitolato dall’amministrazione comunale a “Lino Persano”, è invece assegnato annualmente a una figura locale che spende il suo tempo a favore dei giovani, facendoli crescere nel mondo dello sport sano, insegnando ad essere corretti, leali e con impegno costante per diventare uomini migliori dentro e fuori dal campo.
Sempre in campo solidale, vanno segnalati i calendari promossi dalle varie associazioni del territorio novese.
Tra gli storici non mancano le pubblicazioni della Croce Rossa Italiana – sezione di Novi Ligure, fresca di festeggiamenti per i 100 anni dalla fondazione dell’ente, e quello della Croce Verde Ovadese, da sempre in grado di stupire con i travestimenti goliardici a vario tema di militi e volontari.

 

Luca Piana

[divide style=”3″]

ACQUESE

caritasNatale porta gioia, Natale regala amore, Natale dona speranza. Molte associazioni di volontariato acquesi in questo periodo si dedicano ai soggetti più deboli per un Natale migliore. Dopo la giornata dedicata alla povertà estrema, la Caritas di Acqui ha organizzato una cena “per beneficienza” sabato 12 dicembre nei locali della mensa “Mons. Galliano: grazie a cene come questa lo scorso novembre l’Auser ha potuto acquistare un’auto da adibire alla consegna dei pasti a domicilio. Ricordiamo che nei locali del “ricre” è attivo il servizio distribuzione dei pasti serali mentre ogni mese, una volta, per ogni famiglia viene distribuito l’abbigliamento donato delle famiglie acquesi. Con l’occasione natalizia l’Anffas ha iniziato la vendita degli amaretti per sovvenzionare il progetto di inclusione scolastica ovvero con l’acquisto di una scatola degli amaretti si contribuisce ad aumentare il numero di ore per il sostegno scolastico. L’associazione opera nel settore della disabilità intellettiva-relazionale e fornisce ogni anno un assistente all’autonomia scolastica nell’acquese. Inoltre i soci Anffas hanno iniziato a creare simpatici gadget da vendere al gazebo presente nei mercatini di Natale della città. In attesa del Natale, si è svolta nei primi giorni del mese la settimana della carità con la raccolta da parte della San Vincenzo di beni di prima necessità come pasta, riso, tonno, biscotti… Alimenti che servono sia al banco alimentare di via Nizza sia al centro di ascolto di via Cassino per il progetto di distribuzione alle famiglie meno abbienti. Nuovi eventi saranno organizzati per fine mese mentre il 20 dicembre sarà prevista la fiaccolata della solidarietà per le vie del centro finalizzata a ricordare il lavoro di numerose associazioni di volontariato impegnate nel sociale.

 

Giampi Grey

Print Friendly, PDF & Email