Domenica al Forte di Gavi torna la Seconda Guerra Mondiale

0
1368

Domenica 2 aprile dopo 75 anni torna al Forte di Gavi la Seconda Guerra Mondiale.
Grazie al gruppo storico “Militaria 1848 – 1918”, durante il giro di visita guidata verranno illustrate scene con personaggi in abito d’epoca rappresentanti gli anni 1942 – 1943, quando il Forte di Gavi era il “Campo N°5”, utilizzato per la custodia degli ufficiali dell’esercito britannico catturati dalle truppe italo-tedesche di Rommel in Nordafrica.
Nei locali del Forte, lungo il percorso di visita, saranno ricostruiti anche l’ufficio del Comandante, Colonnello Moscatelli, e la barberia del Campo N°5: il tutto con la presenza sia dei prigionieri che dei Reali Carabinieri di custodia.

Prima della partenza di ogni visita guidata, i visitatori saranno intrattenuti da brevi letture di poesia contemporanea, fatte dai poeti della Puntoacapo Edizioni: al mattino, Valeria Borsa, Riccardo Campion, Enrico Marià, Camillo Sangiovanni; al pomeriggio, Raffaele Floris, Gianfranco Isetta, Aldino Leoni, Alfonso Ravazzano.

Il Forte sarà aperto dalle 10 alle 12, e dalle 14.30 alle 17.30: le visite guidate partiranno alle ore 10.30, 11.30, 15.00, 16.15 e 17.30 (ultimo giro): per il parchggio, è disponibile il piazzale ai piedi della strada di accesso al Forte, quest’ultima percorribile in 20 (massimo 25) minuti a piedi.

Sempre nella giornata di domenica 2 aprile, al pomeriggio, sarà aperto e visitabile dalle 15 alle 17 il Molino del Neirone, che si trova all’inizio dell’abitato di Gavi, dove iniziano le strade che portano a San Cristoforo, Francavilla e Novi Ligure. Questo molino è l’unico in tutta la Vallemme ad essere stato restaurato e mantenuto in condizioni di poter funzionare (il molino per l’occasione alle ore 16 verrà messo in funzione).

Print Friendly, PDF & Email