La Fondazione dona l’epistolario di Cavour alle biblioteche provinciali

0
965

La Fondazione CRA per la cultura del territorio. L’ente presieduto da Pier Angelo Taverna ha infatti acquistato dieci copie dell’EPISTOLARIO del conte di Cavour, ristampato per iniziativa dell’Associazione Amici dell’omonima Fondazione. La pubblicazione raccoglie una vastissima corrispondenza che lo statista piemontese (Camillo Benso, 1810-1861) intrattenne, nel corso della sua vita, con capi di Stato, ministri, deputati, oltre che lettere di carattere privato scritte ai parenti fin dall’età di cinque anni. L’amplissima documentazione che vi è raccolta testimonia, oltre che il momento storico di particolare importanza cui si riferisce, il ruolo di Cavour nella formazione dello Stato Italiano. L’opera consta di 21 volumi (34 tomi in tutto) suddivisi per periodi storici, dal 1815 al 1861, e pubblicati in un ampio lasso di tempo tra il 1962 ed il 2012. Le copie acquistate dalla Fondazione CRA saranno donate ad ogni biblioteca dei sette centri-zona della provincia (Alessandria, Casale, Tortona, Novi, Ovada, Serravalle, Valenza) per essere liberamente consultate dal pubblico, mentre le altre resteranno nella disponibilità della Fondazione stessa. (r.b.)

Print Friendly, PDF & Email