4.7 C
Alessandria
sabato, Gennaio 29, 2022

Brevi di cronaca

I Carabinieri della Stazione di Solero hanno denunciato per lesioni personali colpose, guida in stato di ebbrezza e favoreggiamento personale due cittadini italiani, entrambi di 37 anni, della provincia di Alessandria. Verso le ore 01.30 del giorno 10 gennaio 2015 la centrale operativa dei carabinieri inviava la pattuglia di Solero in frazione Pavone di Pietramarazzi, lungo la SP 80, in quanto si era verificato un incidente grave tra due autovetture. Sul posto si accertava che una Mercedes, mentre percorreva la SP 80 in direzione da Alessandria verso Pietramarazzi, in prossimità di leggera curva a sinistra, a causa dell’ eccessiva velocità, invadeva parte della corsia opposta di marcia e collideva con una Fiat Punto condotta da un 22enne astigiano il quale giungeva dalla direzione opposta. Il 22enne, a causa dell’impatto, rimaneva incastrato tra le lamiere dell’autovettura e si rendeva necessario l’intervento dei Vigili del Fuoco di Alessandria per mettere in sicurezza l’autovettura e per tagliare la parte laterale sinistra del mezzo con cesoia elettropneumatica. Il giovane veniva successivamente trasportato presso il Pronto Soccorso di Alessandria ove veniva diagnosticata la frattura di femore e ginocchio destro e dove veniva ricoverato in prognosi riservata, ma non in pericolo di vita. I militari sentivano gli occupanti dell’altro veicolo che aveva causato l’incidente i quali però decidevano di fornire informazioni discordanti nelle loro dichiarazioni e i militari non riuscivano a capire chi dei due fosse realmente alla guida in quanto entrambi riferivano versioni contrastanti, accusandosi a vicenda. Visto che entrambi manifestavano sintomi da eccessivo uso di alcool, venivano sottoposti al test dell’etilometro e risultavano entrambi positivi, con tassi alcoolici superiori all’1,30 g/l e venivano anche accompagnati presso il Pronto Soccorso di Alessandria per la sottoposizione ad esami clinici per accertare l’eventuale uso di droghe. Considerato che non si poteva in quel momento accertare chi era effettivamente alla guida della Mercedes e vista la contraddittorietà delle loro dichiarazioni, entrambi i 37enni venivano deferiti all’Autorità Giudiziaria per le lesioni personali colpose e la guida in stato di ebbrezza in quanto almeno uno dei due aveva sicuramente commesso tali reati, venendo anche denunciati per favoreggiamento personale in quanto, rendendo dichiarazioni contrastanti, eludevano le indagini dei militari. Pertanto a entrambi veniva ritirata la patente di guida mentre le autovetture venivano sottoposte a sequestro penale e affidate custode giudiziale.

I Carabinieri della Stazione Alessandria Principale hanno arrestato in esecuzione di un ordine di carcerazione Ivan Pozzo, di 44 anni, pregiudicato. L’uomo si trovava già in regime di arresti domiciliari, concessigli dal Tribunale di Alessandria, al fine di scontare un cumulo di pene pari a due anni e quattro mesi per vari reati commessi negli anni passati. L’uomo, che aveva già scontato buona parte di quella pena, veniva raggiunto dal provvedimento emesso dall’ufficio esecuzioni penali della Procura della Repubblica di Busto Arsizio che trasmetteva ai Carabinieri di Alessandria l’ordine di carcerazione nei confronti dell’uomo perché ormai la condanna era divenuta definitiva a seguito di pronunciamento della Corte di Cassazione nel 2014. A quel punto l’uomo, la mattina dell11 maggio, veniva arrestato e accompagnato in caserma per essere successivamente accompagnato presso il carcere Cantiello e Gaeta di Alessandria per l’espiazione della pena residua pari a circa sei mesi.

I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile di Alessandria hanno denunciato per tentato furto, porto abusivo di arma da taglio e detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti un cittadino italiano di 15 anni, con un precedente di polizia a carico. La pattuglia veniva inviata verso le 10.30 dell’11 maggio presso il negozio Best 1 di via Galimberti perché era stato fermato l’autore di un furto. Il giovane veniva sorpreso mentre tentava di allontanarsi dal negozio con oggetti di scarso valore quali accendini e cartine, ma veniva fermato dai dipendenti del negozio proprio mentre cercava di guadagnare l’uscita. Invitato a restituire la merce, il giovane lo faceva e poco dopo giungeva sul posto la gazzella. I militari perquisivano il minorenne trovandogli nelle tasche un coltello multiuso e della sostanza stupefacente già suddivisa in sei dosi confezionate più un pezzo più grande, per un totale di 7 grammi circa di hashish. A quel punto i militari procedevano al sequestro di coltello e stupefacente, alla restituzione della merce rubata e a denunciare il 15enne alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Torino per tentato furto, porto abusivo di arma da taglio e detenzione ai fini di spaccio di stupefacente.

Fausta Dal Monte
Giornalista professionista dal 1994, amante dei viaggi. "La mia casa è il mondo"
0 0 voti
Valutazione articolo
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
- Advertisement -

Popolari

Social

4,523FansMi piace
3,520FollowerSegui
2,512FollowerSegui
Zapping sfoglia PDF online
Zapping Casa sfoglia PDF online
Zapping da Leggere sfoglia PDF online

Ultimi articoli

0
Vorremmo sapere cosa ne pensi, scrivi un commento.x
()
x