Cuochi contadini “made in Piemonte”: buona tavola, tradizione e genuinità

0
1168
Foto di gruppo per i 25 nuovi 'Agrichef' del Piemonte

Si è concluso il primo corso regionale “Agrichef” firmato Terranostra Piemonte e Inipa, svolto dal 29 gennaio al 1° febbraio all’agriturismo “Orto dei Nonni” a Cavatore. Fra i primi 25 Agrichef Made in Piemonte ci sono 6 alessandrini: Elisa Gastaldi (Azienda agricola “Elilu”, Castelnuovo S.), Laura Ciceri (“Cascina Trapella”, Roncaglia), Alessandra Scajola (Agriturismo “Villa Cheti”, Spigno M.to), Lidia Oggioni (“Orto dei Nonni”, Cavatore), Giulia Barbaro (“Il Gufo Reale”,i Cassinelle) e Agata Marchesotti (Agriturismo Vallenostra, Mongiardino Ligure).

 

“Con questo primo corso in Piemonte abbiamo voluto fornire a tutti i partecipanti gli strumenti utili a unire e a valorizzare la genuinità delle produzioni del territorio con l’arte della cucina – ha affermato l’agrichef Stefania Grandinetti, presidente degli Agriturismi di Campagna Amica – combinando tradizione e innovazione. Temi trattati: tecniche e tecnologie di cottura, ottimizzazione dei tempi di preparazione, modalità di conservazione, prezzi, impiattamento, servizio, comunicazione, sicurezza alimentare, fino alla conoscenza delle diverse varietà di riso e alla loro cottura”.

Gli agriturismi sono un potente strumento di conoscenza del territorio, sempre più ricercati dai consumatori che vogliono vivere delle vere e proprie esperienze durante il loro soggiorno; la figura dell’Agrichef ne è l’espressione, sia dell’impresa agricola che del territorio e del suo cibo: un connubio che dà valore alle produzioni e al lavoro.

“L’obiettivo – ha aggiunto il presidente Coldiretti Alessandria Roberto Paravidinoè far crescere attraverso la formazione la qualità dell’offerta dell’agriturismo, pilastro della multifunzionalità agricola, che rappresenta l’ambasciatore dei territori rurali legando cultura e sapori autentici”.

Print Friendly, PDF & Email