Uomo sopreso due volte alla guida in stato d’ebbrezza

0
996

Malgrado le sanzioni contro chi guida ubriaco, i bevitori non desistono.

Qualche sera fa alcuni automobilisti in transito sulla  A/26 dei trafori hanno segnalato, alla sala operativa, un veicolo che percorreva la carreggiata sud (direzione Genova) contro mano. Immediatamente, le pattuglie della Polizia Stradale di Casale Monferrato si sono dirette verso il primo casello utile per bloccare l’autovettura “impazzita”. Arrivate al casello di Vercelli est, hanno invertito la marcia e disposto i veicoli di servizio in modo da bloccare interamente la carreggiata autostradale, per intercettare l’autovettura incriminata ed evitare il verificarsi di incidenti stradali.

Dopo alcuni minuti, è sopraggiunto il veicolo in contromano: il conducente, abbagliato dalle luci di emergenza, si è reso conto del blocco ed ha arrestato la corsa.

Gli operatori intervenuti hanno riscontrato che alla guida del veicolo vi era un uomo di mezza età, L.F., originario di Cagliari, ma residente in Val d’Aosta, in evidente e palese stato di ebbrezza alcolica, il quale, alla domanda da dove provenisse, ha dichiarato di non ricordare nulla di ciò che era accaduto.

A seguito dei vari comportamenti scorretti, l’uomo è stato denunciato. Gli è stata ritirata la patente di guida, sequestrata l’auto ed è stato sanzionato con tremila euro di multa per le commesse infrazioni al codice della strada.

Due giorni dopo, la stessa pattuglia intervenuta qualche sera prima per il veicolo contromano, ha notato all’interno di un’area di servizio, sempre dell’A/26, un’autovettura che, nell’avanzare, sbandava. Una volta fermato il veicolo, gli operatori hanno sorpreso alla guida lo stesso soggetto, che era di nuovo in stato di profonda alterazione psicofisica dovuta all’assunzione di alcol e ancora alla guida di  un veicolo privo della copertura assicurativa.

L’uomo, pertanto, è stato denunciato alla Procura e multato per altre svariate migliaia di euro. Inoltre, il veicolo è stato sequestrato e confiscato. Dopo tutto ciò, dovrà dire addio alla sua patente di guida.

Print Friendly, PDF & Email