Seconda Categoria: Vittoria in extremis per la Spinettese.

0
843

La quattordicesima giornata del girone N di Seconda Categoria, vede sfidarsi Spinettese e Fresonara.
La squadra padrona di casa, in lotta per la promozione, si trova in terza posizione a meno 8 dalla vetta, gli ospiti, invece, sono nelle parti basse della classifica insieme ad Audax, Serravallese e Don Bosco.
Il pericoloso tridente offensivo dei padroni di casa si fa subito pericoloso, dopo un giro di lancetta, Sacco ha l’occasione di portare in vantaggio i suoi, ma il tiro a tu per tu con l’estremo difensore ospite viene respinto molto bene.
Dopo la partenza sprint dei padroni di casa, il match si addormenta, le due difese concedono poco e si gioca principalmente a centrocampo.
Nella seconda metà del primo tempo la partita si fa più viva, la Spinettese non trova spazi, e il Fresonara ci prova: La punizione battuta da Milazzo, trova solo al centro dell’area di rigore Guglielmi, l’esperto attaccante è bravo a colpire il pallone di testa ed angolarlo, ma il suo tiro esce di poco a lato.
L’ultima azione degna di nota della prima frazione è di marca ospite, Dionello lancia Guglielmi, che si ritrova a tu per tu con l’estremo difensore di casa, l’attaccante del Fresonara tenta un dribbling su Lava, i due si scontrano e cadono a terra, tra le proteste ospiti il direttore di gara lascia correre.
Nella ripresa i ritmi cambiano, la Spinettese opera subito una sostituzione, esce un centrocampista per un attaccante, Di Pasquale per Tosto.
I padroni di casa attaccano, e al 47′ trovano il vantaggio, punizione sulla sinistra di Morrone, che trova Mezzalira, il difensore con una bellissima girata insacca la palla in rete e porta in vantaggio i suoi.
La reazione ospite non si fa attendere, e pochi minuti dopo, sugli sviluppi di calcio d’angolo la palla arriva a Sciutto che calcia a pochi passi dalla porta, ma il suo tiro si infrange sulla traversa.
Al 65′ si scaldano gli animi, Morrone colpisce in volto un avversario, e a centrocampo si accende un parapiglia tra giocatori, sedato dopo qualche minuto dal direttore di gioco.
Il clima si scalda sia in campo che sugli spalti, e la partita si accende, al 69′ il Fresonara segna con Guglielmi, ma il goal è giudicato irregolare, tra le proteste ospiti, espulso Di Rubba.
Passano pochi minuti e il Fresonara pareggia, nonostante l’inferiorità numerica, il tiro dalla distanza di Dionello è respinto dal portiere di casa, sulla ribattuta si fa trovare pronto Guglielmi che non sbaglia il tocco a porta vuota, pareggiando cosi i conti.
La Spinettese non ci sta, e all’ 81′ sul cross di Giraudi, costruisce una ghiotta occasione da rete, la palla attraversa l’area di rigore arrivando sui piedi di Barbera che calcia, il suo tiro esce di pochissimo.
Al 83′ la Spinettese tenta il tutto per tutto inserendo l’espertissimo attaccante Fresta per Scarcella.
La partita è aperta, e nei minuti finali il Fresonara ha la palla del vantaggio, in contropiede il neo-entrato Nicolosi serve un passaggio filtrante per Guglielmi, l’attaccante, già a segno oggi, in spaccata calcia il pallone, che termina fuori di un nulla.
Quando la partita sembra ormai finita, la Spinettese passa di nuovo in vantaggio, palla lunga di Giraudi su Tosto, che serve all’interno dell’area di rigore Sacco, l’attaccante tira al volo, e batte sul primo palo Basso, riportando in vantaggio la sua squadra .
Il risultato premia la squadra che ha concretizzato meglio le occasioni costruite, tre punti d’oro per la Spinettese per non perdere terreno dall’ormai lanciatissima Valmilana, mentre per il Fresonara, il rammarico di aver perso un punto importante per la lotta salvezza.

Spinettese: Lava, Sangalli, Papa, Mezzalira, Barbera Cap, Di Pasquale(45′ Tosto), Scarcella( 39′ Fresta), Giraudi, Sacco, Morrone, Piana. A disp: Cartasegna, Cecconello, Prince, Bosio, Fresta.

Fresonara: Piana, Bianchi, Di Rubbia, Miner, Meda( 37′ Busatto), Milazzo, Schiera, Sciutto(17′ Semino), Guglielmi Cap, Dionello, Sacco(39′ Nicolosi) A disp: Basso, Capilli, Minculescu, Laguzzi. All: Corrado Piergiorgio

Ammoniti: Bianchi, Sacco, Morrone, Meda, Busatto, Mezzalira, Sacco.
Espulsi: Di Rubba.

Alessandro Venticinque