Le opposizioni attaccano la Rossa sul Marengo Hub: “Ci vorrebbero 900 milioni, pura utopia”

0
1071

Di seguito il comunicato dei rappresentanti dell’opposizione sul bando delle Periferie

“La legge 28.12.2015 n. 208  – la c.d. Legge Finanziaria – all’art. 1 comma 974 dispone testualmente che: “Per l’anno 2016 è istituito il Programma straordinario di intervento per la riqualificazione …urbana di seguito denominato «Programma», finalizzato alla realizzazione di interventi urgenti per la rigenerazione delle aree urbane… ”; il comma 978 dispone testualmente che: “è autorizzata la spesa di 500 milioni di euro per l’anno 2016”.

Ciò premesso, correttamente l’art. 4 del Bando sulle Periferie, emesso con Decreto PCM 25 Maggio 2015,  recepisce alla lettera il precetto della legge finanziaria (art. 1 comma 978 cit.) e dispone che “Le convenzioni o gli accordi di programma … sono finanziati, in ordine decrescente ottenuto, fino al limite di capienza delle risorse finanziarie disponibili per l’esercizio finanziario 2016”.

Ciò significa che – ancorché l’amministrazione comunale abbia richiamato la possibilità che il progetto Marengo Hub sia comunque finanziato grazie a risorse che saranno successivamente messe a disposizione dal Governo [si veda il decreto di pubblicazione della graduatoria 06.12.2016] – come emerge dal testo della legge finanziaria e dal successivo decreto di attuazione, la somma stanziata è pari a 500 milioni di euro e non è prevista una moneta in più. Ma non potrebbe essere diversamente. Preliminarmente si osserva che nel sistema delle fonti di produzione legislativa, la legge statale (ossia la legge 28.12.2015 n. 208 che stanzia il plafond massimo di 500 milioni di Euro) è fonte normativa primaria mentre il Decreto Presidente del Consiglio è fonte normativa regolamentare o secondaria e nel sistema della gerarchia delle fonti del diritto la norma di grado inferiore non può modificare, emendare o abrogare quella di grado superiore.

Ne consegue che – ancorché il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 6 Dicembre 2016 il cui scopo era unicamente la pubblicazione della classifica dei progetti selezionati , stabilisca una ulteriore e non ben specificata risorsa finanziaria per i progetti successivi al n. 25 – il piano straordinario si ferma a 500 milioni di euro e non può essere previsto un euro in più! Il decreto in commento il cui fine, lo si ripete, era solo quello di pubblicare la classifica, non ha efficacia e capacità modificativa della legge istitutiva del bando che ha disposto il trasferimento al bilancio della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Oltre a ciò si osservi che le risorse teoricamente necessarie per giungere a soddisfare il progetto Marengo Hub di Alessandria (ossia per andare dalla città numero 25 alla numero 70), classifica alla mano, sarebbero di circa 750 milioni di euro oltre a 134 milioni per soddisfare le altre 10 città che come Alessandria hanno ottenuto 50 punti.

Quindi la somma che verrebbe “successivamente messa a disposizione” dovrebbe ammontare ad almeno 900 milioni di euro… il che francamente sarebbe pura utopia.

Emanuele Locci
Presidente Gruppo Popolo Della Libertà – Fratelli D’Italia

Roberto Sarti
Presidente Gruppo Lega Nord

Andrea Cammalleri
Presidente Gruppo Movimento 5 Stelle

Davide Buzzi Langhi
Presidente Gruppo Forza Italia”

Print Friendly, PDF & Email