19.5 C
Alessandria
venerdì, Luglio 1, 2022

Le esportazioni salgono del 15,4%
in provincia di Alessandria, su tutti
spicca il settore agroalimentare

La prima cosa da fare però è combattere l’italian sounding, cioè i prodotti taroccati con nome che sembra italiano, difendendo IGP e biodiversità. 

I NUMERI

Nel 1° trimestre 2022 il valore delle esportazioni piemontesi di merci è stato pari a 13,5 miliardi di euro, il 17,8% in più rispetto al I trimestre 2021, e tra i vari settori spicca quello agroalimentare col +22,4%.
A livello regionale tutte le province evidenziano dinamiche positive con un incremento a doppia cifra rispetto ai primi tre mesi del 2021, anche per la provincia di Alessandria (+15,4%).
Lo ha reso noto Coldiretti dopo le cifre elaborate da Unioncamere Piemonte su dati Istat.

I MERCATI

I più importanti mercati dell’area per le merci piemontesi si confermano quello francese e quello tedesco, con quote rispettivamente pari a 14,0% e 13,6%. La crescita delle esportazioni piemontesi verso questi due mercati nel I trimestre 2022 è stata dell’11,1% verso la Francia e del 14,4% verso la Germania. Gli Stati Uniti, con una quota del 7,7% dell’export piemontese e una crescita tendenziale dell’11,7%, si sono confermati il primo mercato extra-Ue27 anche nel I trimestre del 2022.

I PRODOTTI

All’estero le vendite del Made in Italy sono sostenute soprattutto dai prodotti base della dieta mediterranea come il vino (+ 18%) davanti a frutta e verdura fresca, pasta, formaggi, olio d’oliva e salumi.

LE PAROLE

Per il presidente Coldiretti Alessandria Mauro Bianco “bisogna sbloccare le infrastrutture per migliorare i collegamenti (aeroporti, treni, cargo) cogliendo l’opportunità del PNRR per modernizzare la logistica nazionale. Ed è importante internazionalizzare per sostenere le imprese che vogliono conquistare nuovi mercati e rafforzare quelli consolidati, con il ruolo strategico dell’ICE e il sostegno delle ambasciate.

Il direttore Coldiretti Alessandria Roberto Bianco ha spiegato che “per colpa del cosiddetto ‘italian sounding’ (120 miliardi nel mondo), 2 prodotti agroalimentari su 3 sono falsi senza avere legami con l’Italia. Nella classifica dei prodotti più taroccati spicca il Gorgonzola, tipico del Piemonte (40 mila ton., 50% della produzione nazionale). Bisogna frenare l’agropirateria a tavola, creando 300mila posti di lavoro in Italia”.

Raimondo Bovone
Ricercatore instancabile della bellezza nel Calcio, caparbio "incantato" dalla Cultura quale bisettrice unica di stile di vita. Si definisce "un Uomo qualunque" alla ricerca dell'Essenzialità dell'Essere.
0 0 voti
Valutazione articolo
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
- Advertisement -

Popolari

Social

4,523FansMi piace
3,520FollowerSegui
2,512FollowerSegui
Zapping sfoglia PDF online
Zapping Casa sfoglia PDF online
Zapping da Leggere sfoglia PDF online

Ultimi articoli

0
Vorremmo sapere cosa ne pensi, scrivi un commento.x
()
x