“Dalla terra e dal lavoro: pane per la vita”, senza spreco e avidità

0
310

“Il pane, frutto della terra e del lavoro dell’uomo, diventi alimento di vita, di dignità e di solidarietà”.

È l’auspicio espresso dai vescovi italiani in occasione della Giornata nazionale del Ringraziamento 2019 che Coldiretti Alessandria celebrerà domenica 10 novembre nella parrocchia “Nostra Signora dell’Assunta” ad Ovada.

Sarà l’occasione per celebrare il Grazie dei Campi e sottolineare il “forte legame tra il pane e il lavoro” richiamando il valore dell’Eucaristia, il doveroso rispetto della terra e la difesa della biodiversità, la necessità di garantire condizioni giuste ed equa remunerazione, evitando le forme di caporalato, di lavoro nero o di corruzione per chi la lavora”.

“Dalla terra e dal lavoro: pane per la vita” sarà questo il filo conduttore che legherà tutte le Giornate del Ringraziamento che verranno celebrate sul territorio nazionale, perché il pane “sia accolto in stili di vita senza spreco e senza avidità, capaci di gustarlo con gratitudine, nel segno del ringraziamento, senza le distorsioni della sua realtà”.

In questo modo continua una tradizione che ha sempre trovato consensi sul territorio e che identifica San Martino con la “Giornata del Coltivatore”, ossia un modo per rendere grazie al Signore ma che vuole anche essere un’occasione per stare insieme e per esprimere con gioia quel sentimento di riconoscenza che i coltivatori hanno da sempre fatto proprio.

“La Giornata del Ringraziamento è un momento importante di riflessione e preghiera. Un momento che è nostro, profondamente di Coldiretti, sentito dalla nostra gente, dai nostri imprenditori che ogni anno aspettano questa ricorrenza con rinnovato spirito di riconoscenza. –affermano il Presidente e il Direttore della Coldiretti di Alessandria Mauro Bianco e Roberto Rampazzo – Il lavoro agricolo consente all’uomo di realizzare un rapporto diretto e assiduo con la terra, è una reciprocità nella quale si rivela e si compie un disegno finalizzato alla vita, all’essere e al benessere dell’umanità, allo sviluppo di tutti e di ciascuno. Per questo è fondamentale che si caratterizzi per una rinnovata e chiara consapevolezza etica, all’altezza delle sfide sempre più complesse del tempo presente. Nella preghiera cristiana del Padre Nostro chiediamo a Dio di darci ‘il nostro pane quotidiano’: una richiesta che ciascuno non fa solo per sé, ma per tutti. Se si chiede il pane, lo si chiede per ogni uomo”.

Il programma prevede alle 10.30 il ritrovo dei partecipanti ad Ovada sul piazzale antistante la parrocchia “N.S. Assunta” e apertura del mercato degli agricoltori di Campagna Amica allestito per l’occasione, alle 11 la Santa Messa concelebrata da don Maurizio Benzi e da Mons. Ivo Piccinini Consigliere Ecclesiastico Provinciale Coldiretti. Seguirà la benedizione dei mezzi agricoli e il saluto delle autorità. Al termine è previsto un momento conviviale all’Enoteca Regionale di Ovada.
Per informazioni e prenotazioni rivolgersi agli Uffici Zona Coldiretti.

Print Friendly, PDF & Email