I “colori della frutta” per la giornata internazionale dei diritti dei bambini

0
1050

Oltre 1500 bambini hanno partecipato all’iniziativa in Viale della Repubblica alla manifestazione “Tante bambine, tanti bambini … una Città”.

“I colori della nebbia”. Ma non il grigio, certamente, nonostante il freddo e il cielo piovoso.

A colorare la città, infatti, ci hanno pensato i bambini delle scuole di Alessandria accompagnate da insegnanti ed educatori dando vita al progetto “A regola d’arte”, a cura del Dipartimento Educazione Castello di Rivoli, un evento collettivo che ha portato alla realizzazione di un grande mosaico.

Una manifestazione organizzata dall’Assessorato al Sistema Educativo Integrato e dall’assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Alessandria, in occasione dell’anniversario della convenzione di New York sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, organizzano nel mese di novembre la manifestazione “Tante bambine, tanti bambini… una Città”: una serie di riflessioni, incontri, feste e attenzioni dedicate a bambini e adolescenti.

A rendere ancora più colorata la giornata la presenza di Coldiretti Alessandria che ha distribuito ai piccoli, e ai grandi, frutta di stagione, un modo semplice e diretto per “arrivare” ai piccoli consumatori e alle loro famiglie, sensibilizzandoli ad alimentarsi correttamente grazie ai prodotti offerti dal territorio e osservando la semplice regola della stagionalità abbinata alla qualità.

“Coldiretti sostiene queste manifestazioni perché sono in linea con la filosofia che ci contraddistingue da sempre. Sana alimentazione e progettualità didattica vanno di pari passo – commenta il presidente provinciale Coldiretti Alessandria Roberto Paravidino – I consumatori ricercano oggi uno stile di vita sano per questo motivo è fondamentale una corretta alimentazione che parte dal riconoscimento dei prodotti del territorio. Questo progetto ha anche un’altra importante valenza educativa per le nuove generazioni, non solo culturale ma anche alimentare, di conoscenza e recupero dei principi della tradizione e della sana alimentazione”.

In particolare pere e mele del territorio alessandrino fornite dalla Cooperativa Fresche Terre di Scrivia.

“Distribuire a quelli che saranno i consumatori di domani prodotti a filiera corta, del nostro territorio, racchiude un messaggio importante. – ha aggiunto Gianluigi Gaglione, presidente dell’Associazione provinciale Agrimercato di Campagna Amica – Oggi, che si attribuisce all’alimentazione un ruolo centrale nella qualità della vita, sia in termini di salute sia di piacere alimentare, siamo costretti a convivere con fenomeni complessi e antitetici come, per esempio, il mercato globale e le logiche produttive che tendono a massificare comportamenti e scelte. Per questo riteniamo il dialogo con le scuole sia determinate”.

Print Friendly, PDF & Email