Un grande scienziato italiano: Carlo Rubbia (88 anni oggi), Nobel per la Fisica '84 e senatore a vita

Frase del giorno

Più la scienza cerca, più trova indizi di un’unica Creazione, opera di un’entità superiore. Lo dimostra l’elica del DNA. (Carlo Rubbia)

Santi del giorno

San Beniamino (Diacono, Martire), Sant’Agilulfo (vescovo), Santa Balbina di Roma (Martire), San Guido di Pomposa (Abate).

Accadde oggi

  • 1889 inaugurata la Torre Eiffel. Concepita per esaltare il progresso scientifico e tecnologico, 100 anni dopo la Rivoluzione Francese, era destinata a vita breve. Invece divenne cardine dello skyline di Parigi e simbolo della ‘grandeur’. Al progetto di Gustave Eiffel, già autore della Statua della Libertà di New York, lavorarono 50 ingegneri e 200 operai per montare 18.030 pezzi di ferro. Alta 324 metri (con l’antenna), è il monumento a pagamento più visitato al mondo (media 6 milioni l’anno). Per visitare i 3 piani aperti al pubblico ci sono 1.665 gradini o 5 ascensori.

Nati famosi

  • Cartesio (1596-1650), Francia, filosofo. René Descartes (italianizzato Renato Cartesio) fu riconosciuto come ‘padre della filosofia moderna’. Il suo metodo d’indagine rivoluzionò il sapere, dalla matematica alla letteratura. Caratteristiche essenziali del suo stile furono chiarezza e linearità, ispirando i successivi sviluppi della letteratura illuministica.
  • Tina Pica (1884-1968), Italia, attrice. L’inconfondibile voce roca e il piglio un po’ burbero la resero una delle attrici più simpatiche e popolari del cinema italiano ’50-’60.  Annunziata Pica era figlia d’arte: nella piccola compagnia del padre mosse i primi passi sul palco, poi lavorò molto con Totò, Eduardo De Filippo e Vittorio De Sica.
  • Carlo Rubbia (1934), Italia, scienziato. Nato a Gorizia, laureato in Fisica alla ‘Normale’ di Pisa a 23 anni, entrò come ricercatore al CERN di Ginevra. Nobel per la Fisica 1984, dopo gli incarichi universitari, dall’89 al ’94 diresse il CERN e dal ’99 l’ENEA. Diventato consigliere speciale per l’energia (’08) presso la Commissione ONU per l’America Latina (CEPAL), ad agosto ’13 fu nominato senatore a vita da Napolitano. E’ uno dei più eminenti scienziati contemporanei, con 28 lauree ‘honoris causa’. 
  • Karl-Heinz Schnellinger (1939), Germania, ex-calciatore. Nato a Düren, fu difensore di Colonia, Mantova, Roma, Milan (559-16) vincendo 1 scudetto tedesco, 1 italiano (Milan), 4 Coppe Italia (1 Roma, 3 Milan), 1 Coppa Campioni, 2 Coppe Coppe, 1 Intercontinentale (Milan). Con la Germania Ovest (47-1) vinse argento e bronzo Mondiali (’66 e ’70). L’unico gol in nazionale lo fece all’Italia, al 90′ di Italia-Germania 4-3.
  • Isabella Ferrari (1964), Italia, attrice. Nata a Piacenza, Isabella Fogliazza fu lanciata da Carlo Vanzina in ‘Sapore di mare’ (’83), mentre il teatro le diede l’impronta per i ruoli drammatici (‘Romanzo di un giovane povero’, Coppa Volpi ’95). Dopo ‘Un giorno perfetto’ (’08), ‘E la chiamano estate’ (’12), recitò ne ‘La grande bellezza’ (’13), poi girò i teatri con ‘È stato la Mafia’. Nel ’17 ‘Diva!’ e ‘Napoli Velata’, nel ’18 ‘Euforia’, ‘In viaggio con Adele’,Cosa fai a Capodanno?’.

Di Raimondo Bovone

Ricercatore instancabile della bellezza nel Calcio, caparbio "incantato" dalla Cultura quale bisettrice unica di stile di vita. Si definisce "un Uomo qualunque" alla ricerca dell'Essenzialità dell'Essere.