Il letterato americano Ezra Pound visse a lungo in Italia e morì a Venezia

Frase del giorno 

L’incompetenza si manifesta con l’uso di troppe parole. (Ezra Pound) 

Santi del giorno

San Germano di Capua (Vescovo), San Gerardo di Potenza (Vescovo), San Teonesto (Vescovo e Martire), Santi Claudio, Luperco e Vittorico (Martiri di León), Beato Angelo d’Acri (Frate Cappuccino).

Accadde oggi

  • 1963 nacque il mito Lamborghini. Dopo aver raccolto successi e miliardi fabbricando trattori, l’industriale Ferruccio Lamborghini puntò sulle auto sportive, lanciando la sfida al ‘cavallino rampante’. Dopo una discussione con Enzo Ferrari, che in risposta ai suggerimenti per correggere i difetti delle rosse gli disse: “La macchina va benissimo. Il problema è che tu sei capace a guidare i trattori, non le Ferrari”, scattò la molla. Lamborghini, per mostrargli il contrario, costruì una officina ultramoderna per l’auto. Un anno dopo presentò la 2 posti 350GTV  al Salone di Torino: fu l’atto di nascita della Automobili Ferruccio Lamborghini SpA. Come simbolo fu adottato il Toro, segno zodiacale del fondatore.

Nati famosi

  • Ezra Pound (1885-1972), Usa, letterato. Nato a Hailey (Idaho), Ezra Weston Loomis Pound trascorse molta vita in Italia, dove fu vicino al regime fascista e, per questo, rinchiuso a fine guerra in un manicomio criminale. Pubblicò poesie e saggi, ricorrendo spesso al tema del conflitto tra economia e finanza, il cui fulcro è rappresentato dall’usura. Questo il ‘pensiero economico di Pound’: 1) il denaro non è una merce, ma una convenzione sociale; 2) il lavoro non è una merce ma il fondamento della ricchezza, e il modo più logico per distribuire ricchezza è distribuire lavoro; 3) lo Stato dispone del credito, non è quindi necessario che si indebiti. In vita fu prezioso mecenate per gli scrittori James Joyce, T.S. Eliot, Pier Paolo Pasolini.
  • Henry Winkler (1945), Usa, attore. Nato a New York, Henry Franklin Winkler fu studente brillante con un Master in Belle Arti a Yale. Quattro anni dopo iniziò ‘Happy Days’ (’74-’84) in cui divenne ‘Fonzie’ vincendo 2 Golden Globe. Dopo fece altri film, il produttore cinematografico e scrisse libri per ragazzi.
  • Piero Gros (1954), Italia, ex-sciatore. Nato a Salice d’Ulzio (comune occitano in provincia di Torino), fu protagonista della ‘Valanga azzurra’ e vinse la Coppa del Mondo ’74 e l’Oro Olimpico in slalom speciale a Innsbruck ’76. Ai Mondiali vinse 1 argento in speciale (Garmisch ’78) e 1 bronzo in gigante (St Moritz ’76).
  • Linus (1957), Italia, conduttore radio e TV. Nato a Foligno (PG) da famiglia pugliese, Pasquale Di Molfetta, fratello maggiore di ‘Albertino’, è una voce storica di ‘Radio Deejay’, di cui è direttore artistico. Dal ’20 è direttore editoriale del polo radiofonico del gruppo ‘GEDI’. Conduttore di spettacoli musicali in TV, ha pubblicato 4 libri.
  • Diego Armando Maradona (1960-2020), Argentina, calciatore e allenatore. Nato a Lanús, fu attaccante e capitano della Nazionale argentina (91-34), con cui giocò 4 Mondiali vincendo nel 1986. Soprannominato ‘El Pibe de Oro’, giocò con Argentinos, Boca, Barça, Napoli, Siviglia, Newell’s Old Boys (588-312) vincendo 1 campionato argentino (Boca), 1 Coppa di Spagna, 1 Copa de Liga, 1 Supercoppa (Barça), 2 scudetti, 1 Coppa Italia, 1 Supercoppa e 1 Coppa Uefa (Napoli). Nel ’95 gli fu assegnato il Pallone d’Oro alla carriera, perché per le regole di allora non poteva partecipare in quanto ‘non europeo’. Con le regole attuali forse ne avrebbe vinti di più. Come allenatore ebbe poco successo fra Argentina, Emirati Arabi e Messico. A lungo dipendente dalla cocaina, morì il 25 novembre ’20 per gravi problemi al cuore e ai polmoni.

Di Raimondo Bovone

Ricercatore instancabile della bellezza nel Calcio, caparbio "incantato" dalla Cultura quale bisettrice unica di stile di vita. Si definisce "un Uomo qualunque" alla ricerca dell'Essenzialità dell'Essere.