Un giovane Mark Twain in una foto dell'800. Con le sue opere ebbe inizio la Letteratura americana

Frase del giorno

Il fanatismo sta alla superstizione come il delirio alla febbre. (Voltaire)

Santi del giorno

Sant’Andrea (Apostolo, protettore di pescatori, pescivendoli, paralitici), San Tutwal (Abate e Vescovo), San Cuthberto Mayne, Sant’Everardo di Stahleck (Monaco a Chumbd).

Accadde oggi

  • 1954 prima persona colpita da meteorite. L’assurda esperienza capitò all’americana Elizabeth Hodges. La donna, 30enne, riposava in casa a Sylacauga (Alabama), quando sentì un tonfo sul tetto e un forte dolore al fianco, con una profonda ferita. A provocarla fu un meteorite di solfuro (4 kg, 7 cm), che sfondò il tetto, rimbalzò sulla radio e colpì violentemente la donna. La straordinarietà dell’evento è che, per le statistiche, solo 1 volta su 1 miliardo succede che un corpo celeste cada su un centro abitato.

Nati famosi

  • Mark Twain (1835-1910), Usa, scrittore. Nato a Florida (Missouri), Samuel Langhorne Clemens preferì lo pseudonimo, grido usato sui battelli del Mississippi per segnalare la profondità delle acque: “by the mark, twain”. Nella sua produzione spiccano ‘Le avventure di Tom Sawyer’, ‘Il principe e il povero’, ‘Un americano alla corte di re Artù’ e l’autobiografico ‘Vita sul Mississippi’. Ma il capolavoro ‘Le avventure di Huckleberry Finn’ segnò l’inizio della letteratura Usa, perché secondo Hemingway “prima non c’era niente”. Tutte le sue opere ispirarono film, sceneggiati e cartoni.
  • Winston Churchill (1874-1965), Inghilterra, statista e scrittore. Nato a Woodstock, sir Winston Leonard Spencer Churchill fece la carriera militare, coltivando scrittura e giornalismo. Lord dell’Ammiragliato e Ministro delle Munizioni nella Grande Guerra, nella Seconda fu Primo Ministro e guidò il paese contro il nazismo e nella ricostruzione. Grande stratega bellico, con profonda cultura, fu un ‘big’ della storia occidentale. La sua produzione di carattere storico gli fece vincere il Nobel per la Letteratura ’53.
  • Fabio Fazio (1964), Italia, presentatore. Nato a Savona, laureato in Lettere, entrò in RAI come imitatore nell’82. L’anno dopo Magalli lo lanciò in ‘Pronto Raffaella’. Nel ’91 condusse il cabaret ‘BravoGrazie’, dove nacque l’amicizia con la Littizzetto, che spesso chiamò accanto a sé: ‘Quelli che il calcio’ e, dal ’05, ‘Che tempo che fa’, presentando insieme anche Sanremo ’13 e ’14. L’altro sodalizio fortunato fu con Saviano, con cui condusse ‘Vieni via con me’ e ‘Quello che (non) ho’.

Di Raimondo Bovone

Ricercatore instancabile della bellezza nel Calcio, caparbio "incantato" dalla Cultura quale bisettrice unica di stile di vita. Si definisce "un Uomo qualunque" alla ricerca dell'Essenzialità dell'Essere.