Alessandria, col nuovo sponsor 6 punti in due gare

0
936

Dopo il successo sul Monza, giorno d’esordio della maglia col nuovo sponsor R23, è arrivata la prima in vittoria in trasferta a Castiglione (1-0), gol di testa del ‘nuovo’ Ferrani al 54′. Due partite con quel marchio sulla maglia e due vittorie, cioè 6 punti. Loro (in foto Valentina Cossetti e il marito Manuel Bonzano, titolari del Relais 23) hanno detto che quel numero, nella cabala, porta successo; finora sì. I grigi, con loro, hanno rilanciato classifica e ambizioni, oltre che ad aver rinforzato i conti. L’accordo è stato stipulato per questa stagione e la prossima, fino al 30 giugno 2015, poi si vedrà. Però sono bravi. Sia la coppia di Castelnuovo Belbo che la triade grigia (Di Masi-Borio-Vaio): si sono conosciuti, piaciuti, fidàti gli uni degli altri. Hanno grosso modo la stessa età, la stessa visione della vita, la stessa positività. E sono andati d’accordo. Li vedremo spesso in tribuna, fianco a fianco, ad inseguire un sogno. Sono appassionati. Per LdM i grigi sono una ‘droga’, per Bonzano lo sono i  cavalli (è campione del mondo di Reining 2012 e 2013), per la Cossetti lo è il vino, inteso come produzione, lavoro della famiglia da quattro generazioni. Insieme vogliono far galoppare l’Alessandria. Per ora, ‘en-plein’! Poi vedremo, perchè la palla è sempre rotonda…
Ora proprio di lei parliamo, la palla. Grigi vittoriosi in trasferta, dunque, dopo un mese e mezzo, e soprattutto dopo 2 sconfitte consecutive (Porto Tolle e Torres). Bilancio di gennaio buonissimo, 9 punti su 12, come dicembre, e classifica che respira: quinto posto, a -2 dal terzo. A fine andata i grigi erano ottavi a -8 dalla terza, che era sempre il Real Vicenza, che domenica sarà al ‘Moccagatta’: un bel salto in avanti, non c’è dubbio. Anche per mister D’Angelo, che prese la squadra (dopo 10 giornate) ottava a -4 dalla terza. Da allora un solo pareggio (all’esordio) poi 6 vittorie e quattro sconfitte, per un totale di 19 punti in 11 partite, media 1,73. Notaristefano fece 14 punti nella prime 10, media 1,40: perdeva meno, vinceva meno, pareggiava di più. Ma la differenza è più evidente sui gol: con D’Angelo  23-13, con Notaristefano 14-11, quindi rendimento quasi uguale in difesa, molto diverso in attacco. Ma non bisogna fermarsi. Guai. L’inerzia è positiva per l’Alessandria, bisogna continuare, anche se febbraio sarà un mese di big-matches, quattro sfide con squadre in lotta per i primi otto posti: Vicenza in casa, Spal e Rimini fuori, Renate in casa. Decisivo, o quasi, per tutte. Ma i grigi avranno sempre, sulla maglia, il loro portafortuna: R23. (r.b.)

Print Friendly, PDF & Email