Il Veterinario al Giardino Botanico Comunale di Alessandria

0
616

Il Giardino Comunale “Dina Bellotti” di Alessandria (via Giulio Monteverde 24) allarga i propri servizi alla comunità cittadina con una nuova presenza: l’Ambulatorio Veterinario che sarà inaugurato martedì 24 settembre alle ore 16, alla presenza delle Autorità Cittadine e dei rappresentanti dell’Associazione RNA-Natura e Ragazzi.

Se il binomio “cura del verde-animali” si presenta già di per sé forte ed eloquente, con la nuova attivazione dello Studio Veterinario il Giardino Botanico Comunale aggiunge un ulteriore elemento di particolare significato: quello di erogare un servizio per cure e profilassi rivolto esclusivamente ad animali di proprietà di persone con redditi molto bassi.

La sensibilità non solo verso gli aspetti “naturali” (siano essi afferenti la botanica o la biologia animale), ma anche verso una dimensione di solidale vicinanza a chi è più in difficoltà – e, grazie ai propri animali, trova motivi utili per fronteggiare innanzitutto il rischio della solitudine – trovano ora nel Giardino Botanico Comunale il luogo appropriato per esprimersi appieno.

Ancora una volta, insieme all’Amministrazione Comunale (Assessorato al Welfare Animale, guidato dall’Assessore Giovanni Barosini), questi apporti così qualificati per il miglioramento complessivo della qualità di vita nella Città hanno validi alleati.

Si tratta della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria e dell’Associazione RNA-Natura e Ragazzi: l’associazione che da tempo condivide lo sviluppo del Giardino Botanico Comunale affinché sia a totale (ed innovativo) servizio della comunità alessandrina.

 

Le peculiarità del nuovo Servizio

Si tratta di uno Studio Veterinario con accesso di animali di proprietà di persone con redditi molto bassi (ISEE pari a quelle che danno il diritto ad essere assistiti dai servizi sociali) per cure e profilassi.

I costi sostenuti dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria legati a un progetto di RNA (Associazione Natura e Ragazzi) permettono di creare nell’area del Giardino Botanico lo Studio Veterinario e di remunerare il Veterinario convenzionato in maniera equa a prestazione.

Il progetto ha ottenuto l’approvazione dell’Ordine dei Medici Veterinari di Alessandria.

Lo scopo del progetto è quello di realizzare uno Studio Veterinario in grado di offrire un’assistenza sanitaria di base a cani e gatti a persone titolari di redditi minimi e potenzialmente in difficoltà di fronte alle spese che la gestione sanitaria di un animale comporta.

Il servizio si ripropone anche di incentivare l’adozione di animali abbandonati offrendo nel contempo la possibilità a persone sole e con scarse possibilità economiche di occuparsene.

 

Categorie ammesse al servizio

Titolari di pensioni minime o con ISEE molto bassi, secondo i parametri comunali per la concessione del supporto dei servizi sociali. Gli aventi diritto saranno certificati dall’Ufficio Welfare Animale del Comune di Alessandria.

Al primo accesso al servizio il richiedente dovrà fornire la documentazione rilasciata dal servizio Welfare Animale del Comune che provvederà ad iscrivere gli aventi diritto in una lista che verrà fornita al veterinario convenzionato.

 

Struttura dell’ambulatorio

La struttura dello studio veterinario prevede due locali distinti ma fra loro collegati (sala visita e sala d’attesa) e relativi servizi igienici.

All’esterno una piccola area verde permetterà ai cani di sgambarsi durante le eventuali attese. L’intera struttura avrà un accesso indipendente sulla strada, in prossimità di un attraversamento pedonale e di un ampio parcheggio pubblico.

 

Gestione degli spazi

L’Associazione RNA (Natura e Ragazzi), attraverso i suoi associati ed insieme al veterinario integrato nel progetto si occuperà della manutenzione ordinaria della struttura e delle parti esterne di competenza.

 

Orari di accesso al pubblico

Martedì ore 17-19 – Giovedì 17-19

 

Prestazioni erogate

La struttura erogherà alcune prestazioni in maniera totalmente gratuita:

  • visita generale e di controllo
  • vaccinazione eptavalente cane
  • vaccinazione trivalente gatto
  • vaccinazione FeLV gatto
  • test diagnostici rapidi con metodica ELISA per Dirofilaria Immitis, Leishmania Infantum (cane) e virus di immunodeficienza felina e leucemia infettiva felina (FIV – FeLV)
  • esame copro-microscopico
  • profilassi della filariosi canina
  • prevenzione e trattamento delle endo-parassitosi a carico dell’apparato gastroenterico
  • terapia sintomatica di affezioni a carico degli apparati respiratorio, gastroenterico, genitourinario, muscolo scheletrico, otiti, dermatiti e dermatosi, patologie oculari superficiali, ferite superficiali, ascessi
  • eutanasie

 

Sono espressamente escluse le seguenti prestazioni:

  • esami ematologici (eccetto test di cui sopra)
  • diagnostica per immagini (Esami radiografici, ecografici, RM, TC)
  • procedure chirurgiche
  • degenze
  • interventi di pronto soccorso e terapia intensiva

 

 

«Ringrazio l’Associazione R.N.A., la Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria e l’Ordine dei Medici Veterinari di Alessandria nonché i nostri Uffici comunali preposti al welfare animale — dichiara l’assessore Giovanni Barosiniper la realizzazione di questo importante progetto che ha una duplice valenza: sensibilizzare l’opinione pubblica sulla necessità di mantenere in buona salute il proprio animale e fornire nello stesso tempo una sponda importante a chi, vivendo in condizioni disagiate, non può permettersi di pagare l’onorario di una struttura privata, tanto da arrivare a rinunciare alla compagnia del proprio amico a 4 zampe.

Sono soddisfatto per questa attivazione per almeno tre motivi: innanzitutto perché viene realizzata in uno dei siti di eccellenza del nostro Patrimonio Comunale e, in secondo luogo, perché come Assessore con le deleghe al Verde Pubblico, sono convinto che grazie alla presenza e alle attività svolte nel Giardino Botanico si possa realmente consolidare nella nostra comunità una cultura attenta al verde, al rispetto della natura e alla corresponsabilità verso l’intero eco-sistema. Il terzo motivo di soddisfazione non può che essere legato proprio all’obiettivo alla base del progetto che viene attivato. Unire infatti la sensibilità verso il tema della tutela degli animali con quello, ispirato al contesto, di una forte e complessiva sensibilità alla Natura e ai rapporti relazionali  e interpersonali che da questo scaturiscono è uno dei presupposti ispirativi della mia azione come Assessore al Welfare animale.

L’Amministrazione Comunale cerca infatti di portare avanti, con non pochi sforzi, proprio la cultura per il rispetto degli animali affinché vengano considerati come veri e propri esseri viventi, beneficiando di una condizione che sia il più possibile di effettivo rispetto e di armonia anche con tutti gli altri esseri viventi.

Un ultimo aspetto, infine, merita di essere sottolineato. Si tratta dell’incidenza di questo nuovo Servizio di Ambulatorio Veterinario per contrastare efficacemente il rischio di abbandoni o di rinuncia al mantenimento dei propri animali domestici causato dal sopraggiungere di gravi difficoltà economiche riscontrate dai loro proprietari.

Per tutti questi motivi, mi auguro che la comunità alessandrina colga la grande rilevanza di questa attivazione e concorra, con le opportune sensibilizzazioni informative, basate anche sull’efficacia dei “passa-parola”, al consolidamento del Servizio».

Print Friendly, PDF & Email