Respinto dal Tribunale Amministrativo Regionale il ricorso avverso l’aggiudicazione per il servizio della mensa scolastica

0
558

Si comunica che, con Sentenza pubblicata in data odierna (23.04.2019), la Sezione Prima del Tribunale Amministrativo Regionale ha respinto il ricorso proposto dalla Società Dussmann Service srl in proprio e quale mandataria del costituendo r.t.i. Camst soc. coop. arl contro il Comune di Alessandria nonché la Cooperativa di lavoro Solidarietà e Lavoro soc. copp. e Artana Alimentare s.r.l. avverso l’aggiudicazione della gara di appalto per il servizio della mensa scolastica del Comune di Alessandria.

Il Tribunale Amministrativo Regionale — che già aveva rigettato la richiesta di sospensiva — si è ora pronunciato anche nel merito della questione, non soltanto riconoscendo la validità e legittimità dell’operato del Comune di Alessandria nell’iter procedimentale seguito e nell’assegnazione della gara, ma anche in merito alla legalità dei requisiti soggettivi dell’azienda aggiudicataria.

L’Amministrazione Comunale di Alessandria — nel prendere atto della sentenza e nell’esprimere la propria soddisfazione poiché vede riconosciuta la validità delle scelte effettuate nonché la professionalità dei Dirigenti e Dipendenti impegnati nello svolgimento e nell’aggiudicazione di tale gara — intende confermare il proprio costante impegno per una gestione amministrativa ispirata dai principi di legalità e trasparenza.

Il Sindaco di Alessandria, a tale proposito, dichiara che «questa sentenza, rappresenta, da sola la migliore risposta a chi, nei mesi scorsi, sui canali social piuttosto che sugli organi di stampa, ha alimentato e fatto illazioni generando sospetti».

«Per questo — conclude il Sindaco — mentre invito i cittadini alessandrini a riflettere sul rischio di quanto, spesso, i titoli dei media travisino la realtà delle cose e possano essere il frutto di visioni assai demagogiche e pregiudiziali, ribadisco l’impegno personale e dell’intera Amministrazione Comunale a lavorare assiduamente per il bene della Città e per ridarle dignità e credibilità in tutti gli ambiti dell’agire amministrativo».

Print Friendly, PDF & Email