Le Fondazioni puntano sui ‘talenti’ di casa

0
908

E’ entrato ormai nella fase operativa il progetto “Potenzialità e Talento”, che ha il duplice obiettivo di creare e offrire opportunità di lavoro per giovani talenti (neo-laureati e laureandi) del territorio con l’inserimento in aziende, sempre del territorio, che saranno supportate per generare sviluppi importanti. Dieci aziende, scelte secondo le rispettive potenzialità di crescita, con un occhio particolare per internazionalizzazione e nuova finanza, ospiteranno altrettanti talenti locali, selezionati dalla Deloitte & Touche. La Fondazione Pittatore, attraverso 10 borse di studio da 600 euro mensili per 6 mesi, sosterrà l’inserimento dei giovani; a fine percorso il miglior progetto verrà premiato con un contributo  straordinario di 5.000 euro. Entro settembre 2014 verrà completata la formazione dei  talenti, mentre l’inserimento è previsto per inizio autunno.
Lo sviluppo del progetto si basa su una partnership tra Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, Fondazione Gianfranco Pittatore, Deloitte & Touche s.p.a., Banca Popolare di Milano.
Le aziende selezionate sono DEMO spa di Casale M.to (distribuzione materiale elettrico e articoli illuminazione); EMMEBIESSE spa di Casale M.to (tessuti e articoli di spugna e nido, d’ape, tovagliato); GIRAUDI srl di Castellazzo B.da (produzione cioccolato e dolci tipici); GIUSO spa di Bistagno (produzione lavorati e semi-lavorati per gelateria e pasticceria); RASELLI FRANCO spa di Valenza (gioielleria e oreficeria); RICCARDI srl di Casale M.to (produzione e commercializzazione sistemi anti-incendio); ZERBINATI di Casale M.to (insalate e verdure pronte); LINCLALOR di Villanova M.to (produzione abbigliamento notte, intimo, mare); KIMONO spa di Alessandria (pannelli legno, porte, pavimenti); BONINO spa di  Alessandria (soluzioni per automatismi e tecnologìe innovative).

(nella foto della conferenza stampa di presentazione vedete, da sin., l’Ass. Reg. Lavoro Giovanna Pentenero, il pres. Fondazione Pittatore, Nerio Nesi, il pres. Fondazione CRAL, Pier Angelo Taverna)

Print Friendly, PDF & Email