Confermata la pena di Ilir Beti: ventuno anni e sei mesi

0
739

Confermata la condanna a Ilir Beti, l’albanese che all’alba del 13 agosto 2011 causò la morte di quattro giovani francesi: ventuno anni e sei mesi di reclusione.

Il reato contestato è stato “omicidio colposo con aggravante della colpa cosciente” , i difensori dell’imputato non hanno convinto la Corte d’Appello che ha confermato la sentenza inflitta dal giudice alessandrino Enrica Bertolotto.

Beti quella folle notte guidava il suo suv in stato di ebrezza ed in contromano in autostrada: difficile trovare attenuanti per una reato del genere.

 

N.C.

Print Friendly, PDF & Email