Coldiretti: “La campagna arriva nella Capitale, l’arca di Noè dell’agricoltura italiana”

0
467

Le zucche di Castellazzo Bormida, le fagiolane della Val Borbera, il Montebore, i ceci della Merella, succhi e marmellata di pesche di Volpedo.

Sono questi i prodotti che rappresenteranno la provincia di Alessandria nell’ambito del Villaggio Coldiretti che verrà inaugurato domani mattina a Roma, al Circo Massimo.

Oltre 200 solo dalla provincia alessandrina ma saranno decine di migliaia di agricoltori provenienti dalle diverse regioni italiane che prenderanno parte all’evento.

Per la prima volta la grande bellezza delle mille campagne italiane conquista la Capitale con il Villaggio della Coldiretti su 80mila metri quadrati per vivere un giorno da contadino tra le aziende agricole ed i loro prodotti, sui trattori, a tavola con gli agrichef, in sella ad asini e cavalli, tra gli uccelli per imparare l’antica arte del falconiere, nella stalla con mucche, pecore, capre, maiali, conigli e galline, nella capanna dei pastori o nelle fattorie didattiche dove i bambini possono imparare a pigiare l’uva, a impastare il pane o a fare l’orto.

Una vera e propria Arca di Noè dove scoprire, i cibi, le piante e gli animali salvati dall’estinzionegrazie al lavoro di generazioni riconosciuto e sostenuto dai “Sigilli” di Campagna Amica e dove sarà possibile conoscere i formaggi, i salumi, la frutta e gli ortaggi “dimenticati” che assicurano all’Italia il primato nella biodiversità alimentare senza dimenticare gli antichi mestieri con intagliatori, lanai, cappellai e ceramisti.

#STOCOICONTADINI è anche l’unico posto al mondo dove per l’intero week end tutti potranno vivere per una volta l’ esperienza da gourmet con il miglior cibo italiano al 100% a soli 5 euro per tutti i menu preparati dai cuochi contadini che hanno conservato i sapori antichi del passato, dalla pasta di grano Senatore Cappelli al riso Vialone nano, dalla carne servita nelle bracerie ai galletti, dagli arrosticini abruzzesi all’abbacchio (fritto) Igp del Lazio, ma sarà possibile gustare i più pregiati salumi e formaggi italiani o scoprire le differenze tra le patate fritte rosse di Colfiorito Igp e quelle dell’Alto viterbese Igp o del Fucino Igp. Una occasione unica per assaggiare nei diversi gusti la pizza autenticamente tricolore, dalla farina all’olio, dal pomodoro alla mozzarella, ma anche lo street food green, dalle olive all’ascolana al pesce al cartoccio, dalla torta al testo e prosciutto alla pizza bianca con la mortadella. Tra i dolci la crema fritta al gelato di latte d’asina, i babà, i cannoli e i maritozzi con la panna 100% italiana.

E ancora degustazione guidata dei vini nelle enoteche, dell’olio nell’oleoteca e di birre agricole, ma anche la possibilità di assistere dal vivo al miracolo della trasformazione delle olive in extravergine, del grano in focaccia e dell’orzo in birra o di seguire le lezioni di agrocosmesi con i trucchi di bellezza della nonna.

Spazio al più grande mercato a chilometri zero con Campagna Amica dove o acquistare direttamente dagli agricoltori provenienti da tutta Italia esclusivi souvenir del gusto per se stessi o da regalare agli altri con aree dedicate alla solidarietà per aiutare le categorie più deboli. Un intero settore è dedicato alla pet therapy e al ruolo degli animali nella cura del disagio ma ci sarà anche pompieropoli con un coinvolgente percorso per i più piccoli con tuffi sul telo, ponte tibetano, trave basculante, parete da arrampicata, teleferica e azioni antincendio, anche per imparare a rispettare e a difendere il bosco italiano.

Print Friendly, PDF & Email