L’Alessandria domina e vince 2-0 a Vicenza

0
908

Seconda vittoria consecutiva per i grigi, che espugnano il campo della ormai ex capolista facendo valere la propria superiore qualità. Era proprio solo questione di rompere il ghiaccio con la prima vittoria, come è avvenuto domenica scorsa, e i veri valori del campo sarebbero venuti fuori. Un gol per tempo e il Real Vicenza è bell’e sistemato, ma alla fine il vantaggio poteva essere più ampio, dati un palo e due occasioni enormi sbagliate davanti alla porta nel finale. Peccato per l’infortunio di Mora, che ha giocato la sua miglior partita della stagione, coronata dal gol (20′ pt), ma intanto è rientrato Ferrini dalla squalifica (pure ammonito). Ancora una volta da sottolineare la prestazione di Taddei, che da trequartista ha fatto impazzire  la difesa veneta, risultando determinante nella costruzione dei due gol grigi. Segno, questo, che il cambio di modulo attuato da Notaristefano sta dando i suoi frutti, esaltando le caratteristiche dei giocatori a disposizione, peraltro scelti da lui. E sempre straordinaria, per qualità e quantità, la prestazione di Cavalli, che dopo il rigore trasformato nella gara precedente, è andato di nuovo in gol (7′ st) confermando le sue attitudini nell’inserimento in area. Ora la classifica dice quarto posto a quota 8, a -2 da Cuneo e Virtus Bassano capoliste, ma l’importante era centrare le prime vittorie per trovare entusiasmo e autostima e volare verso posizioni consone al valore della squadra, costruita, per espressione del presidente Di Masi, con l’obiettivo di vincere. Ora c’è l’anticipo con la tv: si gioca venerdì 4 ottobre, alle 20,45, al Moccagatta, contro la Spal, cliente rognoso perchè costruito per vincere, come i grigi, e invece penultimo a 4 punti. (r.b.)

Print Friendly, PDF & Email