Alessandria in diretta su Sportitalia contro il Piacenza 2° in classifica

0
675
Il gol sfiorato da Santini nella gara di andata col Piacenza (foto Museo Grigio)

All’andata fu diretta su RaiSport, domani sarà diretta su Sportitalia, sempre alle 20,45. Per uno strano caso, in questo campionato, le sfide tra Alessandria e Piacenza vanno in onda ‘in chiaro’ per il grande pubblico sui network nazionali, e questo significa che le due società hanno ‘appeal’ mediatico e impianti idonei alla riprese TV in notturna. L’obiettivo è la vittoria per entrambe, ovviamente, anche se i biancorossi emiliani vedono da vicino il primo posto (4 punti sopra) e cercheranno di approfittare del momento-no dell’Entella capolista, puntando molto sul recupero casalingo del 23 aprile proprio coi liguri.
Dal canto loro i grigi cercano la seconda vittoria della gestione-Colombo (ancora imbattuto, ndr) per avvicinare la zona playoff, lontana 6 punti ma non irraggiungibile
.

PRECEDENTI – Le sfide giocate sono 33, 31 di campionato e 2 di coppa, tutte dal 1945 a oggi e tutte in serie C. Lo ‘score’ recita 11 vittorie a 10 per l’Alessandria più 12 pareggi, con 36 gol piemontesi e 33 emiliani. Nelle ultime due sfide al ‘Garilli’ è uscita una vittoria a testa: (24-11-17 PC-AL 3-2 in campionato, 28-11-17 PC-AL 0-4 in coppa Italia, che poi i grigi vinsero) mentre la ‘X’ non esce dal 24 settembre ’89 (1-1). L’ultimo successo mandrogno contro gli emiliani è proprio lo 0-4 di coppa, mentre l’ultima vittoria biancorossa è la gara di andata, finita 2-0 con reti di Di Molfetta al 19′ e Pesenti su rigore al 71′. (dati Museo Grigio)

PIACENZA –  E’ secondo in classifica con 56 punti, ottenuti con 16 vittorie, 8 pareggi, 6 sconfitte, con 43 gol fatti (4° miglior attacco) e 27 subìti (3^ miglior difesa). Nelle ultime 12 partite di campionato ha perso solo una volta, 3-1 fuori casa contro la capolista Entella, che sta 4 punti sopra in classifica e che ritroverà nel recupero il 23 aprile, questa volta in casa. Lì, a due giornate dalla fine, si capirà se vincendo potrà ancora sperare nel primo posto. In Coppa invece il Piacenza è stato sfortunato: è uscito due volte ai rigori, 6-4 (1-1) con il Monopoli in TIM CUP e 4-3 (0-0) con l’Albinoleffe in Coppa di C.
L’obiettivo principale comunque è il campionato: nel centenario della fondazione (1919-2019) la squadra è stata costruita per puntare al salto di categoria con una rosa di 23 elementi (3 stranieri) e un’età media piuttosto alta, 26.9 anni. Ma se si punta alla promozione l’esperienza è fondamentale. La guida tecnica è affidata al 51enne Arnaldo Franzini, al 4° anno sulla panca biancorossa dopo l’esperienza col Pro Piacenza. Soprannominato “il mago di Vernasca” (paesino piacentino, quindi ‘profeta in patria’), Franzini nelle ultime 9 stagioni ha colto 4 promozioni più una salvezza da -8, e ha il merito di aver portato due squadre di Piacenza in C stabilendo il record di punti, 96, in D.
Il modulo preferito è il 4-3-3, variato nelle ultime gare con il 3-5-2 e il 3-4-3. Occhio agli ‘ex-grigi’ che giocheranno contro il loro recente passato: Sestu, Nicco e Barlocco.

ALESSANDRIA – Seconda trasferta consecutiva prima di due gare in casa, per i grigi, e prima partita di ‘tre-in-otto-giorni’ con Piacenza, Pro Vercelli e Arezzo, squadre ‘top’. Ovvio che al turn-over si penserà la prossima settimana, mentre per questa sfida alla vice-capolista mister Colombo schiererà gli uomini più in forma. Ferme restando le assenze di Chiarello, Usel e Gatto, con Agostinone e Rocco in forse, il 3-4-1-2 iniziale potrebbe essere così: Cucchietti; Sbampato, Gazzi, Prestìa; Gemignani, Checchin, Maltese, Panizzi; Bellazzini; De Luca, Akammadu.

ARBITRO – Sarà Michele Di Cairano (Ariano Irpino), coadiuvato da Giuseppe Di Giacinto (TE) e Andrea Micaroni (CH) a dirigere Piacenza-Alessandria di sabato 30 marzo, ore 20.45. L’arbitro Di Cairano è al 2° anno in serie C e ha due precedenti per squadra: AL-Lucchese 0-0 (29-03-18), AL-Pisa 1-1 (03-02-19), Pontedera-PC 3-0 (08-10-17) e PC-Sondrio 5-1 (28-02-16, serie D).

Print Friendly, PDF & Email