L’Alessandria ospite del Renate domani alle 14,30. L’obiettivo è aumentare il vantaggio in classifica

0
1070

Sono dieci i precedenti fra Alessandria e Renate, con 4 vittorie grigie, 2 nerazzurre e 4 pareggi, ma l’ultima sfida, giocata nel 2016, è davvero ‘bene augurante’: 4-0 allo stadio ‘Città di Meda‘ lo scorso 6 marzo, con doppietta di Branca (16′, 71′), Bocalon (57′) e Marconi (90′) su rigore. Da allora sono cresciute entrambe le squadre, ma forse l’Alessandria di più, visto il dominio esercitato fin qui in campionato.

Il Renate attualmente è settimo a quota 24 con 6 successi, 6 pari e 4 sconfitte, 21 gol fatti e 18 presi. L’allenatore è Luciano Foschi, che guidò l’Alessandria nel 2009 (31 panchine a cavallo di due stagioni, sostituì Jacolino e poi fu esonerato per Buglio). Il 49enne tecnico laziale schiera la squadra col 3-5-2 e quest’anno sta ottenendo risultati forse al di sopra delle aspettative della società, sempre attenta ai numeri di bilancio. I giocatori di spicco sono i due attaccanti Adriano Marzeglia (scuola Milan, 8 gol) e Aiman Napoli (scuola Inter, 3 gol, 44/3 in B), più il gioiellino 22enne Jacopo Scaccabarozzi, che fa il regista e può aspirare alla categoria superiore.
Il Renate non perde da cinque turni e sul campo di casa, dove tendenzialmente fa la partita e aggredisce gli avversari, quest’anno è imbattuto: cinque vittorie e due pareggi, 13 gol fatti e solo 4 subìti.

Ma pure la capolista Alessandria è imbattuta, sia in casa che fuori, e lontano dal ‘Moccagatta’ ha ottenuto sei successi e due pareggi, 15 reti realizzate e 5 incassate.
Per la gara di domani è probabile che Braglia attui un moderato ‘turn-over’, potendo contare sul rientro dalla squalifica di Marras e sulle migliorate condizioni di Celjak, anche se difficilmente lo rischierà. Unico assente certo, dunque, sarà Sestu, che rientrerà a gennaio.
Al ‘Città di Meda’, domani alle 14.30, l’undici iniziale grigio (4-4-2) potrebbe essere questo: Vannucchi; Sosa, Gozzi, Piccolo, Manfrin; Marras, Cazzola, Branca, Fischnaller; Gonzalez, Marconi.
A dirigere la sfida è stato designato Manuel Volpi (AR), coadiuvato da Marco Scatragli (AR) e Andrea Trovatelli (PT).

Print Friendly, PDF & Email